Aldo Buzzi & Saul Steinberg – Un’amicizia tra letteratura arte cibo

Forte dei Marmi - 20/06/2015 : 01/11/2015

La mostra nasce dal desiderio di riaccendere i riflettori e far riscoprire due significativi personaggi che hanno segnato la metà del Novecento per finezza intellettuale, umorismo ed ironia: lo scrittore Aldo Buzzi (nato a Como nel 1910 e scomparso a Milano nel 2009) e Saul Steinberg, il celebre disegnatore romenoamericano (1914-1999).

Informazioni

Comunicato stampa

La mostra nasce dal desiderio di riaccendere i riflettori e far riscoprire due significativi personaggi che hanno segnato la metà del Novecento per finezza intellettuale, umorismo ed ironia: lo scrittore Aldo Buzzi (nato a Como nel 1910 e scomparso a Milano nel 2009), noto ai lettori per Luovo alla kok (Adelphi) e Cechov a Sondrio (Scheiwiller, tra gli altri) e Saul Steinberg, il celebre disegnatore romenoamericano (1914-1999), suo grande amico fin dagli anni Trenta al Politecnico di Milano e considerato, ancora oggi, il più grande disegnatore nonché maestro dironia del secondo Novecento



Saranno più di 150 i pezzi esposti tra libri, riviste, fotografie, disegni, corrispondenza, oltre ad alcuni testi intercalati nel percorso espositivo con riflessioni e fulminanti passaggi tratti dalle pubblicazioni dei due autori.

Una mostra che intreccia in parallelo vita e opere dei due protagonisti, con la presenza di uno straordinario fondo mai esposto fino ad ora e in gran parte inedito: circa 70 disegni e piccoli oggetti darte donati direttamente o inviati in oltre cinquantanni di corrispondenza e conservati con cura. Una trentina di essi sono stati pubblicati nei vari libri di Buzzi e tutti sono stati catalogati dalla Saul Steinberg Foundation di New York, che ha collaborato alliniziativa.

La mostra, per la prima volta in una forma così completa celebra la storia di una profonda amicizia certamente personale, ma anche e soprattutto intellettuale, che ha pochi paragoni nel Novecento per durata, intensità e importanza.

Un altro tema importante che si delinea è anche la passione comune di Buzzi e Steinberg per la gastronomia: libri, menù, disegni e lettere, proposte in coincidenza con Expo Milano 2015, sottolineano questo interesse condiviso. E in questo senso ci saranno anche alcuni omaggi alla città di Milano di Saul Steinberg, città in cui trovò rifugio in gioventù.

L'esposizione si arricchisce - infine - anche della proiezione dell'intervista televisiva a Steinberg che Sergio Zavoli condusse, nel 1967, sulla RAI.