Alda Maria Bossi – Luce nel silenzio

Milano - 19/02/2022 : 06/03/2022

L'artista milanese, con un'esperienza trentennale consolidata nella ricerca dei vari linguaggi pittorici, evoca, attraverso le sue opere, un ritorno alla fantasia e alla creatività.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA D'ARTE CERTOSA
  • Indirizzo: via Garegnano 28 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 19/02/2022 - al 06/03/2022
  • Vernissage: 19/02/2022 ore 16
  • Autori: Alda Maria Bossi
  • Curatori: Francesca Bellola
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: sabato e domenica 15.30-18.30; da lunedì a venerdì su appuntamento

Comunicato stampa

La Galleria Certosa di Milano ospita - nei suoi percorsi d'Arte - dal 19 febbraio al 6 marzo 2022, la mostra personale “Luce nel silenzio” di Alda Maria Bossi. L'artista milanese, con un'esperienza trentennale consolidata nella ricerca dei vari linguaggi pittorici, evoca, attraverso le sue opere, un ritorno alla fantasia e alla creatività.
In modo particolare, si sofferma sui paesaggi di città deserte, ma non abbandonate e sugli interni di case ben arredate, rigorosamente senza la presenza dell'uomo, anche se la si percepisce



L'esposizione, a cura di Francesca Bellola, presenta una ventina di opere realizzate ad olio su tela, che delineano una solitudine esistenziale mai cupa, anzi gli spazi sono rappresentati con colori brillanti; le immagini, quasi malinconiche e metafisiche, descrivono - in maniera impeccabile - la realtà.

Si evidenzia un simbolico ma esaustivo desiderio di fermarsi per ascoltare lo scorrere del tempo, seguendo il flusso biologico della natura. Natura che sovrasta in maniera preponderande i grattacieli come in “Le ultime luci del giorno”, edifici asettici raffigurati senza finestre o in “Il sentiero giallo” dove la modulazione delle vibrazioni cromatiche, quasi immaginifiche, sono gli elementi che compongono un paesaggio fiabesco e fantastico.



Si ritrova nei dipinti dei paesaggi urbani una certa similitudine tra l’autrice ed Edward Hopper. I volumi geometrici e il sapiente gioco delle luci, come in “Luce nella stanza”, donano al dipinto una suadente introspezione.
Una visione dell'infinito e un forte richiamo interiore, per ricercare la bellezza e preservare la magnificenza terrena.

Cenni biografici:
L’artista vive e lavora a Milano. Ha scritto ed illustrato testi di lingua inglese per la scuola elementare. Espone dal 1992 in gallerie private e spazi pubblici. Ha partecipato a numerose rassegne in Italia e all'estero.