Alberto Nascimben – Brevi Reportages

Treviso - 27/02/2016 : 13/03/2016

Spazio Paraggi ospita la mostra fotografica “Brevi Reportages” di Alberto Nascimben.

Informazioni

  • Luogo: SPAZIO PARAGGI
  • Indirizzo: Via Pescatori 23 - Treviso - Veneto
  • Quando: dal 27/02/2016 - al 13/03/2016
  • Vernissage: 27/02/2016 ore 18
  • Autori: Alberto Nascimben
  • Generi: fotografia, personale

Comunicato stampa

Spazio Paraggi ospita la mostra fotografica “Brevi Reportages” di Alberto Nascimben, che verrà inaugurata sabato 27 febbraio alle ore 18.00.
La mostra sarà presentata da Lucio Chin, architetto e storico dell’arte.
Sarà possibile vedere la mostra fino al 13 marzo 2016.
Testo critic a cura di Lucio Chin
“Il lavoro di Alberto Nascimben, qui esposto presenta almeno tre temi, le architetture, talvolta in rovina, il ritratto, il paesaggio. Un lavoro da intendersi come metafora del viaggio con tutte le sue componenti, reali e ideali, consce e inconsce

Nella parola “viaggio” si definisce un’istanza relazionale tra l’azione del muoversi, dello spostarsi e il luogo dove si compiono tali azioni. Si possono certamente riconoscere fini diversi in questo “viaggiare” ma ogni scelta, alla fine, ci porta poi a considerazioni ed esiti inaspettati, imprevisti. Questo “muoversi” nello spazio e nel tempo rappresenta, quindi, una meraviglia (mirabilia-mirari) e una scoperta che si arricchisce di geometrie (da un punto all’altro), di rallentamenti e permanenze (soste), di sospensione (attese), di variazioni che, a volte, contraddicono le finalità e gli obiettivi iniziali. …”



Biografia
Vive a Treviso dove è nato nel 1939. È un fotografo non professionista che si dedica da molti anni al linguaggio fotografico. Ha ripreso infatti verso la fine della sua attività professionale l’interesse per la fotografia che aveva praticato negli anni dell’adolescenza. È un fotografo che realizza personalmente l’intero processo, dalla ripresa alla stampa finale, nella convinzione che ciò sia indispensabile per restituire all’osservatore l’impatto emozionale personalmente vissuto. Usa esclusivamente il bianco e nero, alla ricerca di una corrispondenza tonale tra il bianco, il nero, la scala dei grigi e il cromatismo nella scena reale.
Ha esposto i propri lavori in diverse mostre personali le prime delle quali si collocano nel 1956 presso l’E.P.T. di Treviso e nel 1959 a Milano presso la Biblioteca Sormani. Ha ripreso nel 1986 con una mostra a San Candido (BZ) dedicata ad immagini del luogo. Seguono mostre a Treviso, alla Galleria Photografia nel 1987 e nel 1988; a Oderzo, presso la Pro Loco nel 1990; alla Biblioteca di Ronchi dei Legionari (GO) nel 1992; a Cà dei Carraresi nel 1995; presso Foto Forum a Bolzano e a Innsbruck nel 1997; a Conegliano (TV) presso la libreria Quartiere Latino nel 1998 e ancora alla Galleria Paraggi di Treviso nel 2004 e nel 2007. Sono più recenti le mostre al Centro culturale Candiani di Venezia- Mestre (2008) ; a Padova nel Centro Culturale San Gaetano (2014/2015); a Treviso, Casa dei Carraresi (2015).
Nel 2000, con la Casa Editrice Canova, ha pubblicato il libro Passeggiate Trevigiane, riedito nel 2015. Nel 2008 con l’editore Terra Ferma ha pubblicato il libro Il colore della notte. Notturni di città venete.