Affetti-Effetti dell’Arte

Milano - 10/10/2014 : 10/10/2014

L’idea è quella di avvicinarsi alle opere d’arte per riappropriarsi della bellezza, attraverso un’esperienza che accomuni tutti i cittadini indipendentemente dalle condizioni sociali e psicologiche.

Informazioni

Comunicato stampa

Dal 1992, l’Organizzazione Mondiale della Sanità e la Federazione Mondiale della
Salute Mentale, con utenti e contatti in più di 150 paesi, hanno istituito la Giornata
Mondiale della Salute Mentale: il 10 ottobre, un giorno dedicato alla
sensibilizzazione sul tema. In questa giornata migliaia di sostenitori promuovono
iniziative rivolte all’attenzione sulla salute mentale e i suoi principali effetti sulla
vita della popolazione di tutto il mondo. Il tema di quest’anno è “vivere con la
schizofrenia”


Per l’occasione, una rete di promotori afferenti alla città di Milano ha messo in
campo competenze e risorse per rendere possibile un’iniziativa che partì nel
febbraio 2013 con il progetto pilota Affetti-Effetti dell’Arte.
L’idea è quella di avvicinarsi alle opere d’arte per riappropriarsi della bellezza,
attraverso un’esperienza che accomuni tutti i cittadini indipendentemente dalle
condizioni sociali e psicologiche. Per le persone che hanno convissuto con il
disagio psichico questa è un’occasione per dimostrare come con impegno e forza
sia possibile un recupero completo della propria esistenza.
Il progetto coinvolge il Museo del Novecento, la Galleria d’Arte Moderna e il Museo
d’Arte Paolo Pini, all’interno dell’ex-Ospedale Psichiatrico di Milano, e vede un
gruppo di persone fragili prepararsi e accompagnare con competenza e passione,
quali guide, ovvero facilitatori arte-salute, i cittadini che accedono ai musei.
Ogni cittadino che desideri partecipare all’iniziativa potrà prenotare gratuitamente
l’esperienza di un itinerario guidato dai facilitatori arte-salute ad una selezione di
opere in uno dei tre Musei, scegliendo tra le fasce orarie indicate.
La giornata sarà aperta da una tavola rotonda tra alcuni rappresentanti delle
Direzioni Centrali Cultura, Politiche Sociali e Cultura della Salute del Comune di
Milano, i facilitatori arte-salute, alcuni critici d’arte e i promotori del progetto per
presentare l’iniziativa ai cittadini e dare avvio agli itinerari guidati.
Si ringraziano per la preziosa collaborazione il Conservatorio di Milano “G. Verdi” e
la Fondazione Sequeri Esagramma.

https://www.youtube.com/watch?v=p7-ox66Qryk