AcquArium

Rutigliano - 21/03/2012 : 28/03/2012

In occasione del prossimo equinozio di primavera, il Chiostro di Palazzo San Domenico di Rutigliano, sede delle Officine U.f.o, diventa lo spazio espositivo ideale per accogliere la mostra di arte contemporanea “AcquArium - naturali corrispondenze” delle artiste pugliesi Mariantonietta Bagliato e Anna Maria Battista.

Informazioni

  • Luogo: OFFICINE UFO
  • Indirizzo: San Domenico via Leopoldo Tarantini, 28 - Rutigliano - Puglia
  • Quando: dal 21/03/2012 - al 28/03/2012
  • Vernissage: 21/03/2012 ore 19.30
  • Autori: Mariantonietta Bagliato, Anna Maria Battista
  • Curatori: Giuliana Schiavone
  • Generi: arte contemporanea, doppia personale
  • Orari: tutti i giorni dalle 17,00 alle 19,30 chiuso la domenica
  • Patrocini: della Regione Puglia - Assessorato alle Politiche Giovanili e dei Comuni di Rutigliano e Casamassima; in collaborazione con Officine U.f.o. e Alice Arti espressive

Comunicato stampa

E pensavo: io non mi fermerò qui. È dentro al mare che voglio arrivare.
Perché se c’è qualcosa che è vero, in questo mondo, è laggiù.
[A. Baricco, Oceanomare]

In occasione del prossimo equinozio di primavera, il Chiostro di Palazzo San Domenico di Rutigliano, sede delle Officine U.f.o, diventa lo spazio espositivo ideale per accogliere la mostra di arte contemporanea “AcquArium - naturali corrispondenze” delle artiste pugliesi Mariantonietta Bagliato e Anna Maria Battista, a cura di Giuliana Schiavone, visitabile dal 21 al 28 marzo



Realizzata col patrocinio della Regione Puglia - Assessorato alle Politiche Giovanili e Cittadinanza Sociale e dei Comuni di Rutigliano e Casamassima, la mostra è un omaggio artistico ai due elementi naturali aria/acqua, condotto attraverso una sinergica combinazione di dimensioni creative e medium materici particolarmente evocativi.

Stoffa e cera rappresentano infatti i codici espressivi privilegiati, adottati rispettivamente dalle artiste
M. Bagliato e A. Battista, i cui percorsi di creazione artistica autonomi ma intrinsecamente paralleli danno vita a risultati compositivi originali, mai scontati o prevedibili, densi di rimandi culturali e significati profondi che emergendo ora in una facies intenzionalmente ludica e irruenta, ora più delicatamente nascosta, invitano puntualmente lo spettatore a riflettere sulla propria dimensione individuale e collettiva.

Due elementi, due materiali, due artiste accomunate dunque da un modus operandi che scaturisce da una tensione creativa, da uno streben interiore che anela a bloccare il fluido e sfuggente moto dell’esistenza e dei meccanismi della memoria per sottrarre al tempo e declinare in una sostanza tangibile un bagliore di consapevolezza e di identità. L’arte diviene così una testimonianza plastica ed estetica dell’essere, materializzata nel passaggio di stato della materia, nel dialogo sospeso tra e aria, elemento etereo e mutevole, e acqua, principio archetipico e fluido, pro-memoria silenzioso, superficie riflettente in cui il Sé possa riconoscersi e ritrovarsi.

Impresse nel colore e nella consistenza tattile del tessuto o accolte dagli strati cerosi nella loro eterea e amniotica essenza, le forme del reale si ridestano invitando l’essere umano al recupero di livelli di coscienza, memorie, frammenti di vita emotiva a lungo assopiti.

Ad introduzione della mostra è previsto l’intervento musicale dell'artista Gianluca Scagliarini che, attraverso la sperimentazione di sonorità create ad hoc a partire dal tema dell’evento, consentirà allo spettatore di entrare in contatto con la dimensione sensoriale legata agli elementi naturali.

La mostra è stata realizzata con la collaborazione di Alice Arti espressive e delle Officine U.f.o. di Rutigliano, mentre il catalogo della mostra è stato pubblicato da Edizioni Daphne Museum col totale sostegno dell’Associazione culturale G.a.p. di Roma; il testo critico è a cura dello storico e critico d'arte Cecilia Paolini.


curatore: Giuliana Schiavone, storico dell'arte
patrocini: Regione Puglia - Assessorato alle Politiche Giovanili, Cittadinanza Sociale e Attuazione del Programma, Bollenti Spiriti, Comune di Rutigliano, Comune di Casamassima.
in collaborazione con: Alice Arti espressive di Triggiano; Officine U.f.o. di Rutigliano.
catalogo della mostra: Edizioni Daphne Museum, pubblicato col sostegno dell'Associazione culturale G.a.p. (Roma), testi di Cecilia Paolini e Giuliana Schiavone.
sponsor della mostra: Divella, Losurdo Viaggi S.r.l., Labalestra Rosanna Centro Estetico, DL Interior Design di Daniela Lozito, Santoro Gioielli, Cinzia Netti Parrucchieri, Centro sportivo Gymnikos, Panificio Vitali.

Giuliana Schiavone, curatrice della mostra "AcquArium-naturali corrispondenze"
storica dell'arte

"Il titolo della mostra di arte contemporanea AcquArium-naturali corrispondenze allude alla dialettica esistente tra i due elementi naturali aria e acqua, stati della materia, principi archetipici che nella loro fluida o eterea consistenza sono metafora dello sfuggente moto del tempo e dell'esistenza. Al fine di esprimere tale simbiotica e naturale corrispondenza, di baudelairiana reminiscenza, il progetto si avvale di due dimensioni creative accomunate dall'uso di medium materici particolarmente evocativi e densi di rimandi semantici. La stoffa e la cera rappresentano i codici espressivi individuati dalle bravissime artiste Mariantonietta Bagliato e Anna Maria Battista, entrambe di origini pugliesi e accomunate da un modus operandi originale, in grado di dare origine a opere che proprio attraverso la voce della materia tentano di strappare al fluido moto dell'esistenza umana un eco di pienezza e di identità. Il suggestivo chiostro di Palazzo San Domenico è stato scelto ab originis come contenitore architettonico ideale per accogliere il dialogo tra i due linguaggi artistici che ora in una facies ludica e disincantata, ora più intima e amniotica risvegliano memorie, frammenti di un Sè che il frenetico brusio del quotidiano spesso stordisce".

Il progetto guarda alla ricchezza del nostro territorio nell'ottica di realizzare un connubio tra contemporaneo e antico, che valorizzi strutture di particolare rilievo e le renda "contenitori abitati dell'arte e della cultura". La mostra è patrocinata dalla Regione Puglia, dai Comuni di Casamassima e Rutigliano e si avvale della collaborazione delle Officine Ufo, la cui sede occupa proprio l'interno di Palazzo San Domenico. Fondamentali si sono rivelati l'apporto delle realtà locali che hanno sponsorizzato l'evento e il sostegno dell'Associazione culturale G.a.p. di Roma che ha reso possibile la pubblicazione di un catalogo, edito da Daphne Museum e testimonianza di quanto preziosa sia la creazione di una rete che valorizzi la cultura del nostro Paese.