Accademia di Belle Arti di Roma: inaugurazione dell’anno accademico

Roma - 17/03/2015 : 17/03/2015

Accademia di Belle Arti di Roma: inaugurazione dell’anno accademico 2014-2015 alla presenza del Ministro Franceschini.

Informazioni

Comunicato stampa

Roberto Grossi, Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Roma, aprirà la Cerimonia di inaugurazione dell’Anno Accademico 2014/2015 dell’istituzione tra le più antiche al mondo alla presenza di Dario Franceschini, Ministro per i Beni e le Attività Culturali, di Marco Mancini, Capo Dipartimento del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, e di Giovanna Marinelli, Assessore alla Cultura del Comune di Roma.

L’evento avrà luogo, per la prima volta, presso la nuova sede dell’Accademia nell’area dell’ex Mattatoio di Testaccio al Campo Boario

Recentemente assegnato dal Comune di Roma Capitale, il nuovo polo didattico si affianca alla sede storica in via di Ripetta. Sarà questa l’occasione per presentare il piano dei lavori che porterà alla realizzazione di un vero e proprio “Campus delle Arti” nel cuore di Roma con l’ampliamento delle attività didattiche, laboratori, atelier e residenze d’artista.

Il progetto e le prospettive saranno illustrate dalla Direttrice dell’Accademia, Tiziana D’Acchille, con il suo intervento “Accademia di Belle Arti di Roma: il recupero di un’identità storica” e da Luciano Cupelloni, Architetto dell’Università La Sapienza di Roma, con “Il progetto del grande Campus Europeo delle arti al Campo Boario”.

La cerimonia sarà arricchita dalla relazione di Gianluigi Colalucci che illustrerà il progetto della nuova illuminazione della Cappella Sistina e da un confronto tra Ruggiero Savinio e Guido Strazza, sul ruolo delle Accademie di Belle Arti nella formazione artistica oggi. Giuseppe Perrone, Rotary, DG 2015-2016, Distretto 2080, chiuderà questa sessione con il suo intervento su “Tutor per start-up: un esperimento innovativo all’Accademia di Belle Arti di Roma”.

Infine, verranno conferiti i titoli di Professore Accademico Emerito a Sergio Lombardo, Gianfranco Notargiacomo, Giorgio Scalco, Lorenza Trucchi, Michele Valenza Cossyro.