30 anni di Libri d’Artista celebrano la grande Poesia

La Spezia - 20/07/2018 : 23/09/2018

Il CAMeC propone un importante e inedito progetto espositivo dedicato al libro d’artista. Opera d’arte complessa e poliforme, di indubbio fascino, il libro d’artista trova le sua prima interpretazione nella dirompente creatività delle avanguardie storiche, attraversando il ‘900 e offrendosi fino ad oggi nella sua mutevole identità.

Informazioni

Comunicato stampa

A partire dal 20 luglio 2018 il CAMeC propone un importante e inedito progetto espositivo dedicato al libro d’artista. Opera d’arte complessa e poliforme, di indubbio fascino, il libro d’artista trova le sua prima interpretazione nella dirompente creatività delle avanguardie storiche, attraversando il ‘900 e offrendosi fino ad oggi nella sua mutevole identità



In questo approfondimento, frutto di un’autorevole collaborazione scientifica, protagoniste sono la raffinatissima attività delle Edizioni d’Arte Colophon, fondate da Egidio Fiorin nel 1988, e la grande poesia, da sempre seguita e segnalata dal Premio Lerici Pea: una rassegna di 35 volumi abitati dall’arte e dalla poesia, preziosi libri/oggetto che Lucilla Del Santo ed Egidio Fiorin hanno individuato fra i 103 titoli fino a oggi in catalogo. La mostra è stata presentata questa mattina dall’assessore alla Cultura del Comune della Spezia Paolo Asti, dalla dirigente dei Servizi Culturali Marzia Ratti, da Lucilla del Santo ed Egidio Fiorni curatori del progetto espositivo.

Ideata dall’Associazione Lerici Pea Golfo dei Poeti in collaborazione con Edizioni d’Arte Colophon, la mostra intende appunto celebrare l’ideale connubio fra il Premio di Poesia, ormai storica eminenza culturale del territorio spezzino, e Colophonarte, specialissima impresa editoriale bellunese, di cui ricorre il trentennale. Dal 1988 Egidio Fiorin e dal 1952 il Premio Lerici Pea riconoscono ed esaltano il lavoro di artisti e poeti operando in ambiti diversi; la mostra e la selezione dei volumi delinea un ideale punto di incontro fra le due imprese culturali e fra i numerosi poeti ed artisti che nel corso del tempo sono stati premiati e pubblicati: Adonis, Caproni, Bertolucci, De Angelis, Luzi, Sanguineti, Conte, Patrikios, Grasso, Magrelli, Cucchi, Govoni ed altri grandi della poesia, a dialogo con Enrico Baj, Emilio Vedova, Enrico Castellani, Agostino Bonalumi, Mimmo Paladino, Lucio Del Pezzo, Giuseppe Maraniello, Jannis Kounellis, Pino Spagnulo, Ugo Nespolo, Piero Dorazio, Nicola De Maria e molti ancora, spesso legati da un’amicizia che in questo caso diventa speciale sodalizio creativo.



Questo l’elenco completo dei poeti:
Adonis, Dante Alighieri, Guillaume Apollinaire, Guido Ballo, Attilio Bertolucci, Michel Butor, Giorgio Caproni, Marco Ceriani, Giuseppe Conte, Maurizio Cucchi, Serena Dal Borgo, Milo De Angelis, Antonio de Villena, Gillo Dorfles, Gabriele Frasca, Johann Wolfgang Goethe, Corrado Govoni, Sebastiano Grasso, Riccardo Held, Massimo Lenzi, Giacomo Leopardi, Mario Luzi, Paolo Maccari, Valerio Magrelli, Alda Merini, Omero, Isabella Panfido, Alessandro Parronchi, Giovanni Pascoli, Titos Patrikios, Francesco Petrarca, Giovanni Raboni, Antonio Riccardi, Edoardo Sanguineti, Camillo Sbarbaro, Toti Scialoja, Percy Bysshe Shelley, GézaSzöcs, Giuseppe Ungaretti, Patrizia Valduga, Paul Verlaine, Emilio Villa, William Butler Yeats, Andrea Zanzotto

e degli artisti in mostra:
Valerio Adami, Eduardo Arroyo, KengiroAzuma, Enrico Baj, Fabrizio Barbi, Agostino Bonalumi, Enrico Castellani, Hsiao Chin, Nicola De Maria, Lucio Del Pezzo, Piero Dorazio, Gianfranco Ferroni, Franco Fontana, Federica Galli, Piero Guccione, Emilio Isgrò, Jannis Kounellis, Riccardo Licata, Giuseppe Maraniello, Carlo Mattioli, Anton Zoran Music, Ugo Nespolo, Mimmo Paladino, Giulio Paolini, Arnaldo Pomodoro, Giò Pomodoro, Leonardo Rosa, Toti Scialoja, Ferdinando Scianna, Medhat Shafik, Giuseppe Spagnulo, Mauro Staccioli, Simona Uberto, Walter Valentini, Emilio Vedova, Claude Viallat, Giuseppe Zigaina.

Ad amplificare questa consonanza e impreziosire l’esposizione, il CAMeC ha inserito uno stimolante contrappunto che si offre quale preziosa digressione; alcune opere appartenenti alle raccolte del CAMeC riverberano il contenuto visivo e grafico delle pagine esposte, essendone autori i medesimi artisti: Valerio Adami, Enrico Baj, Enrico Castellani, Lucio Del Pezzo, Pietro Dorazio, Emilio Isgrò, Jannis Kounellis, Riccardo Licata, Carlo Mattioli, Zoran Music, Ugo Nespolo, Mimmo Paladino, Giulio Paolini, Walter Valentini.