10 anni di Intramoenia Extrart

Bari - 02/12/2015 : 02/12/2015

Con protagonisti, rappresentanti istituzionali e collaboratori - tra ricordi, confronti, aneddoti, immagini, suoni, performance - sarà l’occasione per approfondire i punti di forza del “modello di museo temporaneo diffuso” che, partito dalla Puglia, ha conquistato l’Europa.

Informazioni

  • Luogo: TEATRO MARGHERITA
  • Indirizzo: Piazza IV Novembre (70121) Bari - Bari - Puglia
  • Quando: dal 02/12/2015 - al 02/12/2015
  • Vernissage: 02/12/2015 ore 18-24
  • Curatori: Giusy Caroppo
  • Generi: incontro – conferenza

Comunicato stampa

10 anni di INTRAMOENIA EXTRART

a project by ECLETTICA CULTURA DELL’ARTE

talk(art)show
BARI / Teatro Margherita / mercoledì 2 dicembre 2015 / dalle 18.00 alle 24.00

INTRAMOENIA EXTRA ART compie 10 anni. ECLETTICA_CULTURA DELL’ARTE e la curatrice Giusy Caroppo, con il supporto tecnico di Romano Exhibit, vi invitano al Teatro Margherita di Bari, mercoledì 2 dicembre 2015 dalle ore 18.00 alle ore 24.00. Con protagonisti, rappresentanti istituzionali e collaboratori - tra ricordi, confronti, aneddoti, immagini, suoni, performance - sarà l’occasione per approfondire i punti di forza del “modello di museo temporaneo diffuso” che, partito dalla Puglia, ha conquistato l’Europa

L’evento rientra nella promozione dell’edizione Intramoenia Extra Art 2015 “Casa Futura Pietra”, promossa dalla Regione Puglia in collaborazione con il Comune di Bisceglie. Il Teatro Margherita è gentilmente concesso dal Comune di Bari Assessorato alle Culture.

BLOCCO 1 ORE 18.00
IL RACCONTO DI INTRAMOENIA EXTRA ART
• VIDEOVERTURE AD OTTO videodocumento di CARLO MICHELE SCHIRINZI Intramoenia Extra Art - Castel del Monte (2005).
• ILARIA OLIVA: introduzione del programma della serata.
• GIUSY CAROPPO: l’idea, il concept, la storia.
• MICHELA TOCCI: la prima edizione. Quando Castel del Monte diventò scrigno del contemporaneo.
• DANIELA FERRAGNI: gli allestimenti delle mostre e il dialogo con l’antico.
• STEFANO SERPENTI: la versatilità degli spazi riqualificati: i sotterranei dei Castello di Barletta e la Torre della Regina a Lucera.
• CARLA PALLADINO: il brand, la visual identity, i progetti editoriali.
BLOCCO 2 ORE 19.00
PORTATA REGIONALE, NAZIONALE, EUROPEA DI INTRAMOENIA EXTRA ART
• STEFANO CAGOL racconta “SCINTILLIO E CENERE”, progetto realizzato e dedicato a Taranto nell’edizione “MIRAGGI”.
• VIRGINIA RYAN racconta “INTRANSITU”, opera itinerante realizzata con le ricamatrici salentine, in viaggio per “TRANSNATIONAL CHALLENGES”.
• GABRIELLA RUTA: i risultati.
• SILVIA PELLEGRINI, Dirigente del Settore Turismo, Economia della cultura e Valorizzazione del territorio della Regione Puglia
• FABRIZIO VONA, Direttore del Polo Museale della Puglia
• ANDREI MOLODKIN: a Taranto, sangue, petrolio, archeologia, contemporaneo si incontrano ne “Le Rouge et Le Noir” dell’artista più cosmopolita di Intramoenia Extra Art.
• ALDO TORRE e ILEANA INGLESE: WATERSHED primo al Programma Cultura della Commissione Europea.
• GIANPIERO BORGIA: non luogo, identità, corpo: spazio urbano e performance nella rilettura de “L’Histoire des larmes” di Jan Fabre.
• SARAH CIRACÌ e il film “WATERSHED”.
BLOCCO 3 ORE 20.30
PASSATO/PRESENTE/FUTURO
ECLETTICA E LE INDUSTRIE CREATIVE: SCAMBI DI CONOSCENZA, BUONE PRASSI E SERVIZI PER LA CULTURA
• ROSALBA BRANÀ: alla Biennale di Venezia, insieme, per promuovere l’identità culturale e creativa di Puglia.
• VINCENZO BELLINI: le Industrie culturali. Cos’è il Distretto Produttivo Puglia Creativa.
• LUCIANA CORTELLINO: l’alta professionalità nei settori culturali e creativi. Partecipano: Luciana D’Agnano, Ostuni; Chiara D’Ambrosio, Altamura; Francesca De Filippi, Lecce; Ester De Rosa, Barletta; Mara Di Bello, Barletta; Anna Saba Di Donato, Cerignola; Rossella Falcone, Barletta; Lorenzo Madaro, Lecce; Carla Masciandaro, Bari; Giuseppe Milonia, Manfredonia; Carmela Pagano, Bari; Stefania Peschechera, Barletta; Nadia Ruggieri, Taranto; Liliana Serrone, Trani; Maria Grazia Taddeo, Taranto.
• SILVIO MASELLI, Assessore alle Culture del Comune di Bari
• PAOLO CONSORTI illustra il catalogo della mostra “HOLY ADRIATIC” nel Teatro Margherita. Introduce ALESSANDRA CRITELLI.
• “CASA FUTURA PIETRA”, presentazione dell'edizione 2015 di INTRAMOENIA EXTRA ART. Interviene TOMMASO MARTIMUCCI
• MICHELE EMILIANO, Presidente della Regione Puglia
• FRANCESCO SPINA, Sindaco di Bisceglie.
• FRANCESCO SCHIAVULLI: (DIMORE 3), performance di teatro-danza.
BLOCCO 4 ORE 22.00/24.00
KINKI VON BERLINKI fragments of my land_DJ set by Sergio Racanati.
Slide-show reportage fotografici di MAURIZIO ABBATE e BEPPE FIORIELLO.
Videodocumenti di SCHIRINZI, RUTA & DI BARI, SCHIAVULLI.
Pubblicazioni EDITRICE ROTAS, Barletta.
Si ringrazia:
REGIONE PUGLIA / Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone
COMUNE DI BARI / Assessore alle Culture, Silvio Maselli per la cortese concessione del Teatro Margherita
ROMANO EXHIBIT srl per il supporto tecnico





INTRAMOENIA EXTRART

UN BRAND DI SUCCESSO, TUTTO PUGLIESE / a project by ECLETTICA CULTURA DELL’ARTE
INTRAMOENIA EXTRA ART è il modello di “museo temporaneo diffuso” prodotto da ECLETTICA_CULTURA DELL’ARTE, associazione culturale con sede a Barletta, e ideato e curato da GIUSY CAROPPO, storica dell’arte, esperta di arti visive e performative contemporanee.
Fin dalla prima edizione (2005) il progetto si è avvalso del sostegno della Regione Puglia, grazie alla condivisione dell’Assessorato al Mediterraneo Cultura e Turismo, oggi Assessorato all’Industria Turistica e Culturale, partecipando al Bando regionale per le “Attività Culturali”. È stato quindi inserito tra le iniziative di diretta “promozione” dalla Regione, considerate strategiche rispetto agli obiettivi regionali da raggiungere. Fondamentale è stata la partnership della Direzione regionale, oggi Segretariato regionale, dei Beni Culturali e delle Soprintendenze.
Nei primi 5 anni di attività (2005-2010, con le edizioni di Castel del Monte; Castelli della Daunia; Castelli del Salento “Il Gran tour della meraviglia”; Castelli in Terra di Bari e Barletta “Il Terzo Paradiso a Bari + On the ground - Underground a Barletta”; Castelli in Terra di Brindisi e Taranto “Miraggi”) INTRAMOENIA ha valorizzato a fini turistico-culturali i castelli federiciani, aragonesi ed angioini, palazzi nobiliari ed altri siti della Puglia resi disponibili dalla Direzione Regionale dei Beni Culturali e Paesaggistici, da Comuni e Province, ha animato piccoli borghi decentrati ed esaltato siti poco conosciuti o inaccessibili, accogliendo l’arte contemporanea in un’ottica <> come affermato da Achille Bonito Oliva, direttore scientifico delle prime cinque edizioni. Ha quindi proseguito la programmazione, diversificando le iniziative per nuove “Transnational Challenges”: tra il 2011 e il 2015 è passata per la Biennale di Venezia; ha proiettato il modello nelle regioni del Nord Europa (Belgio, Olanda, Svezia) con “Watershed" e con il sostegno della Commissione Europea; con il titolo di “Holy Adriatic” ha colorato il Teatro Margherita di Bari; con “Casa Futura Pietra” si è spinta tra spazi urbani, siti preistorici e paesaggi dell’alta Alta Murgia, toccando luoghi di straordinaria suggestione come l’area archeologica del Dolmen La Chianca a Bisceglie e la Cava dei Dinosauri ad Altamura.
Grazie a queste articolate stagioni, nei 10 anni di attività, INTRAMOENIA EXTRA ART è diventato un brand ad alta riconoscibilità nel panorama culturale nazionale ed internazionale, atto anche a trasmettere il senso del "genius loci" della terra che lo accoglie. Il dialogo fra artisti italiani e stranieri e fra questi ultimi, la popolazione locale e i turisti-visitatori, ha contribuito alla comprensione della cultura della Puglia quale terra di creatività e luogo di incontro ed accoglienza di culture differenti.
Per questo si è guadagnata la partecipazione di un centinaio di artisti di tutti i linguaggi espressivi, anche di calibro internazionale, con un’attenzione particolare alla valorizzazione degli emergenti e consolidati locali. Tra gli altri: Jan Fabre, Bill Viola, Pedro Cabrita Reis, Enzo Cucchi, M. T. Hincapie De Zuluaga, Braco Dimitrijevic, Luigi Ontani, Oliviero Toscani, Mimmo Paladino, Anish Kapoor, Michelangelo Pistoletto e Gianna Nannini con “IL TERZO PARADISO”, Alvin Curran, Luca Maria Patella, Vettor Pisani, la voce di Gino De Dominicis, El Anatsui, Georges Adeagbo, Ernesto Neto, AES+F group, Zhang Peili, Zakaria Ramhani, Shozo Shimamoto, Sisley Xhafa, Gao Brothers, Michal Rovner, Andrei Molodkin, Victoria Vesna, Maja Bajevic, Bizhan Bassiri, Betty Bee, Matteo Basilè, Gints Gabrans, Eduardo Kac, Adrian Tranquilli, H.H. Lim, Moataz Nasr, Bigert & Bergström, NIO architecten, Kei Nakamura, Virginia Ryan, Paolo Consorti, Ugo La Pietra, Baldo Diodato, Innocente, Maurizio Cannavacciuolo, Ileana Florescu, Maria Cristina Crespo, Gregorio Botta, Cesare Pietroiusti, Domingo Milella, Piero Mottola, Maria Pizzi, Roberto Schiavi ; gli emergenti Botto e Bruno, Luisa Rabbia, Perino e Vele, Elisabetta Benassi, ConiglioViola, Luca Pignatelli, Loris Cecchini, Paolo Chiasera, Alessandro Palmigiani, Stefano Cagol, David Claerbout, Corpicrudi, Pippa Bacca e Silvia Moro, Bernardita Rakos, Gaia Scaramella, Filippo Berta, VedovaMazzei; gli artisti pugliesi Sarah Ciracì, Francesco Schiavulli, Francesco Arena, Pietro Capogrosso, DUENUOVI Two&New Born, Compagnia delle Formiche/Teatro dei Borgia, Pino Pipoli, Franco Dellerba, Annalisa Pintucci, Tullio De Gennaro, Massimo Ruiu, Michele Carone, Pietro Di Terlizzi, Iginio Iurilli, Ada Costa, Giulio De Mitri, Guillermina De Gennaro, Daniela Corbascio, Irene Petrafesa, Tony Fiorentino, Vito Maiullari, Sergio Racanati, Luigi Presicce e giovani writers.
Tra le partnership di grande prestigio: CITTADELLARTE-FONDAZIONE PISTOLETTO, FONDAZIONE MUSEO PINO PASCALI, TROUBLEYN-JAN FABRE, RAM radioartemobile, NIO architecten, STUDIO BILL VIOLA, STUDIO KAPOOR, GALLERIA CONTINUA, FONDAZIONE MORRA, FONDAZIONE MAXXI.
Nel corso dei 10 anni di attività, i finanziamenti ricevuti dalla Regione Puglia sono oscillati dai 110.000 euro ai circa 30.000 euro in relazione alla portata del progetto; ci si è avvalsi anche di altri contributi pubblici e privati ed europei, per mostre inedite e “di produzione” del costo variabile tra i 50.000 e i 280.000 euro, prevalentemente dislocate in luoghi differenti, messi in rete tra loro e spesso aperti per la prima volta dopo lunghi restauri. La Commissione Europea ha concesso il massimo del sostegno previsto nel “Culture Programme”, con la partecipazione di un finanziamento diretto del 50% per “Watershed”.
INTRAMOENIA EXTRA ART è stata, ed è considerata, un’officina di innovazione sul territorio, anche nazionale ed internazionale, che sposa il concetto arte - turismo - economia, trascinando nella sua dimensione una grande varietà di figure professionali delle industrie creative. Una formula vincente con al centro la Regione Puglia, per un' offerta culturale che ha registrato un incremento di visitatori nei siti interessati dalle mostre che va dal 40% in bassa stagione al 70% in alta stagione, avendo il progetto avuto attenzione per la “destagionalizzazione” nella programmazione degli eventi. Per queste caratteristiche è stato selezionato dal Comitato Expo Venezia quale caso studio di "Buona Pratica” e presentato nel programma dell'EXPO di SHANGHAI all'interno del Padiglione Italiano, in occasione del Forum Turismo Sostenibile e Città d'Arte.
Un peso particolare è dato alla comunicazione, dal marchio depositato sin dalle prime edizioni e la sua declinazione nelle differenti denominazioni e loghi indentificativi, alla traduzione dei testi critici e didattici e alla diffusione, attraverso siti internet dedicati e la gestione dei social media, di eventi e contenuti.
Prodotto da ECLETTICA CULTURA DELL’ARTE, associazione no profit con sede in Puglia che, con il suo staff giovane e le versatili figure professionali, ha permesso l'ottimizzazione dei processi organizzativi portando ad un considerevole contenimento dei costi di produzione e realizzazione.
L'ampia durata del progetto ha generato un sistema di network fra istituzioni pubbliche, amministrazioni locali, centri culturali ed imprenditoria privata e l'ottica internazionale di INTRAMOENIA EXTRA ART ha consentito di raggiungere gli obiettivi programmatici regionali e internazionali.
Ne è esempio la partecipazione, con alcune opere prodotte nelle prime cinque edizioni di INTRAMOENIA EXTRA ART, alla 54° Biennale di Venezia nell’ambito dell’evento collaterale “PINO PASCALI: RITORNO A VENEZIA/PUGLIA ARTE CONTEMPORANEA”, con la FONDAZIONE MUSEO PINO PASCALI nel 2011.
È inserito nella pubblicazione I LUOGHI DEL CONTEMPORANEO, pubblicata dal MIBACT nel 2012, come format sostenibile di “museo temporaneo diffuso”.
INTRAMOENIA EXTRA ART è risultato primo assoluto al PROGRAMMA CULTURA DELLA COMMISSIONE EUROPEA, con l’edizione intitolata WATERSHED (2012/13), avviando un dibattito di riflessione e sensibilizzazione dell'opinione pubblica su tematiche contemporanee globali.
È tra i migliori 15 progetti di promozione del territorio, selezionati da FEDERCULTURE nel 2015 per il Premio CULTURA+IMPRESA.
L’Associazione ECLETTICA, così come l’art director e curatore, la storica dell’arte GIUSY CAROPPO, è membro del DISTRETTO PRODUTTIVO PUGLIA CREATIVA sin dalla sua costituzione, dando un contributo significativo al settore culturale e creativo della Puglia e dell’Italia intera: la ricerca di Symbola “Creative in Puglia”, presentata nel novembre 2015 nel convegno WE ARE CREATIVE IN PUGLIA: STRATEGIE DI SVILUPPO 2020 del progetto I.C.E. “Innovation, Culture and Creativity for a new Economy”, ha dimostrato infatti che il peso maggiore in ambito regionale al settore "Performing arts e arti visive" lo dà la provincia Barletta-Andria-Trani, territorio della sede legale e operativa dell’associazione e del curatore e, tra i vari comparti, la posizione migliore occupata dalla Puglia in ambito nazionale è nell’analogo settore ovvero "Performing arts e arti visive" .