Bando Per la Cultura. Da Fondazione Cariplo 8 milioni di euro per rilancio settore in Lombardia

Rivolto a tutti gli operatori del settore, da quelli pubblici a quelli privati non profit, il bando si propone di sostenere progetti orientati alla riapertura di luoghi della cultura e al riavvio di attività culturali che puntino sull’innovazione digitale.

Marcello Piacentini, Piazza della Vittoria, Brescia. Via Wikipedia
Marcello Piacentini, Piazza della Vittoria, Brescia. Via Wikipedia

Più di 11 mila progetti in 25 anni per imprese giovanili, distretti culturali, valorizzazione e conservazione dei beni artistici. Stiamo parlando della Fondazione Cariplo, l’istituto di origine bancaria tra le prime dieci fondazioni al mondo per patrimonio che, anche in occasione di questa grave congiuntura economica, conferma il suo impegno per la cultura. E lo fa annunciando il Bando Per la Cultura destinato al rilancio del comparto culturale attraverso la sperimentazione di nuovi modelli di offerta e domanda del settore con una dotazione economica eccezionale. Si parla, infatti, nel complesso di un budget di 8 milioni di euro a sostegno di enti pubblici, enti ecclesiastico-religiosi e organizzazioni culturali private non profit che presentino progetti localizzati nel territorio di riferimento di Fondazione Cariplo, ovvero Milano e la Regione Lombardia, intenzionati a promuovere nuove forme di partecipazione alla vita culturale e di rigenerazione delle identità locali, in un’ottica di sviluppo sostenibile dei territori e delle comunità.

IL BANDO PER LA CULTURA DI FONDAZIONE CARIPLO

Abbiamo bisogno, in questo momento, di comunità forti per affrontare la pandemia, di un impegno condiviso per dare senso a ciò che è accaduto e ciò che accadrà. La cultura è ciò di cui abbiamo bisogno come sforzo collettivo per dare significato, per non essere sopraffatti da questa nuova situazione incerta. Fondazione Cariplo non negherà il suo sostegno alla cultura”, ha dichiarato il Presidente di Fondazione Cariplo, Giovanni Fosti. “La pandemia chiede un ripensamento dei luoghi della nostra cultura. È solo un problema o può essere una sfida per ricordare che esiste un forte legame tra il ‘dove’ e il ‘chi’ della cultura? I luoghi che scegliamo sono le persone che incontriamo. Quindi, come attore filantropico, dobbiamo pensare alla cultura come qualcosa da cercare sia nelle nostre istituzioni culturali, sia ai margini, ai confini delle nostre comunità, dove cresce la povertà, dove le persone sono lontane dalle istituzioni e stanno lottando per uscire dalla crisi, in un modo o nell’altro”. Per ottenere il sostegno economico, che potrà arrivare fino a 250mila euro di contributo, i progetti presentati dovranno seguire alcune linee guida con caratteristiche: di prossimità, incoraggiando la partecipazione delle persone con minori opportunità e avvicinando nuovi pubblici con inedite strategie di promozione e comunicazione; di creatività, introducendo nuovi modelli di organizzazione e gestione delle proprie attività anche ricorrendo al digitale e alle nuove tecnologie; di necessità, investendo per l’adeguamento delle strutture. Il bando, emesso dall’Area Arte e Cultura di Fondazione Cariplo, prevede due scadenze: la prima il 29 settembre e la seconda il 15 dicembre 2020.

– Claudia Giraud

www.fondazionecariplo.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).