Fantagraphic. Il fumetto di Hans Rickheit in anteprima

Ambientata in un oscuro New England d’epoca vittoriana, “The Squirrel Machine” è un’opera visionaria che racconta il rapporto tra due fratelli geniali e sperimentatori, artefici di astruse e inquietanti creazioni con le quali sfidano la dimensione del reale. In anteprima per Fantagraphic, la nostra rubrica di fumetti, le prime pagine del racconto.

Hans Rickheit. The Squirrel Machine (Eris Edizioni, Torino 2017) - cover
Hans Rickheit. The Squirrel Machine (Eris Edizioni, Torino 2017) - cover

Hans Rickheit è un artista americano con decenni di esperienza nel mondo dell’arte, degli audiovisivi, dei fumetti e delle autoproduzioni. The Squirrel Machine, pubblicato negli Stati Uniti nel 2009, è la sua prima opera a essere stampata in Italia.
Il libro, ambientato in un’anonima cittadina del New England del diciannovesimo secolo, racconta le giornate di Edmund e William Torpor, due fratelli geniali che sin da bambini sono attratti da strane e inquietanti creazioni. I due passano le giornate a giocare sperimentando sconosciute tecnologie, con cui costruiscono astrusi strumenti musicali con carcasse di animali trafugate nei boschi e nell’immondizia. Spingendosi sempre oltre con le loro creazioni, i fratelli Torpor sfideranno i limiti della realtà, imbattendosi in strani incubi e mondi pluridimensionali.
Tra macchinari di tecnologie misteriose, riti dal sapore ancestrale e vocazioni aberranti, The Squirrel Machine è un’opera visionaria, in cui Hans Rickheit spinge all’estremo la sua immaginazione e la sua creatività, dando vita a mondi che riescono a tenere distante il lettore e contemporaneamente a farlo precipitare senza controllo dentro universi affascinanti e psichedelici.
Il libro, presentato in anteprima al Napoli Comicon, approderà nelle librerie italiane il 4 maggio.

Alex Urso

Hans Rickheit – The Squirrel Machine
Eris Edizioni, Torino 2017
Pagg. 192, bianco e nero, € 17
ISBN 9788898644360
www.erisedizioni.org

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alex Urso
Artista e curatore. Diplomato in Pittura (Accademia di Belle Arti di Brera). Laureato in Lettere Moderne (Università di Macerata, Università di Bologna). Corsi di perfezionamento in Arts and Heritage Management (Università Bocconi) e Arts and Culture Strategy (Università della Pennsylvania). Tra le istituzioni con cui ha collaborato in questi anni: Zacheta - National Gallery of Art di Varsavia, Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, Padiglione Polacco - 16. Mostra Internazionale di Architettura Biennale di Venezia, Fondazione Benetton (catalogo “Imagus Mundi”), Adam Mickiewicz Institute. Nel 2017 è stato curatore della “Biennale de La Biche”. Dal 2014 scrive di arte per Artribune. Sempre per Artribune cura “Fantagraphic”, la rubrica di fumetti del sito. Suoi articoli e testi critici sono apparsi su cataloghi e testate di settore nazionali e internazionali.