La principessa “ribelle” del Giappone ora lavora al Metropolitan di New York

La principessa Mako, allontanatasi dal trono e da una vita imperiale per poter sposare il suo fidanzato “commoner”, vive a New York dall’anno scorso e ora mette a frutto la sua laurea in Storia dell’Arte con una collaborazione volontaria

La ormai ex principessa Mako ph Presidencia El Salvador
La ormai ex principessa Mako ph Presidencia El Salvador

Chi non si era commosso quando la principessa giapponese Mako aveva scelto di rinunciare al trono e ai lussi di una vita imperiale per sposare il fidanzato conosciuto all’università? Una volta sposatasi con l’attuale marito a ottobre 2021, l’ormai ex-principessa si è trasferita a New York e ora ha cominciato a lavorare per il Metropolitan Museum of Art. Nonostante il basso profilo tenuto a NY, infatti, è saltato subito all’occhio il suo saggio pubblicato a febbraio 2022 sul sito del museo dedicato a una pergamena di Yamada Shinzan, inclusa in un percorso del dipartimento di Arte Asiatica del Museo sul monaco itinerante Ippen, che ha contribuito a diffondere il buddismo in Giappone nel XIII secolo.

The MET Museum via Wikipedia
The MET Museum via Wikimedia

GLI STUDI DELLA EX-PRINCIPESSA MAKO DEL GIAPPONE

Nonostante il nome non la danneggi di certo, la sua selezione per la collaborazione – che stando al Japan Times è di natura volontaria – sembra essere stata dettata dalle competenze: la trentenne figlia del principe e della principessa Akishino ha infatti una laurea in Arte e Patrimonio Culturale all’Università Cristiana Internazionale di Tokyo, una seconda laurea all’Università di Leicester un master in Studi museali. L’ex-principessa, che ha rifiutato la “buonuscita” dei reali giapponesi di 1,3 milioni di dollari, aveva già collaborato nel corso degli ultimi cinque anni con il museo dell’Università di Tokyo come ricercatrice. La nuova posizione, anche se volontaria, rassicura i suoi molti fan nel mondo che temevano che non essendo abituata a lavorare avrebbe avuto difficoltà a trovare un’occupazione. Eppure non è l’unica persona di rango reale con un lavoro, anche nel mondo dell’arte: la principessa Eugenie ad esempio, nipote della regina Elisabetta, è direttrice della Hauser&Wirth Gallery di Londra dal 2015.

– Giulia Giaume

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Giaume
Amante della cultura in ogni sua forma, è divoratrice di libri, spettacoli, mostre e balletti. Laureata in Lettere Moderne, con una tesi sul Furioso, e in Scienze Storiche, indirizzo di Storia Contemporanea, ha frequentato l'VIII edizione del master di giornalismo Walter Tobagi. Collabora con diverse riviste su temi culturali, diritti civili e tutto ciò che è manifestazione della cultura umana, semplicemente perché non può farne a meno.