Tutto Vincent van Gogh online. Nasce la piattaforma digitale dedicata all’artista olandese

Van Gogh Worldwide è il sito web lanciato di recente da un gruppo di musei olandesi che ha come obiettivo il rendere accessibili gratuitamente tutte le informazioni sulle circa duemila opere realizzate dall’artista nel corso della sua vita

Vincent van Gogh, Autoritratto, 1889 (dettaglio) - Parigi, Musée d'Orsay
Vincent van Gogh, Autoritratto, 1889 (dettaglio) - Parigi, Musée d'Orsay

Come già accaduto la scorsa primavera durante il primo lockdown, anche in questi giorni musei e istituzioni culturali europei stanno lanciando su Internet iniziative e progetti fruibili gratuitamente dagli utenti di tutto il mondo: mostre, archivi, visite guidate, talk, tutti rigorosamente in forma digitale. Rientra tra queste iniziative anche il Van Gogh Worldwide, sito web nato dalla collaborazione tra il Van Gogh Museum, l’RKD – Netherlands Institute for Art History e il Kröller-Müller Museum che raccoglie informazioni storico-artistiche e tecniche sul lavoro di Vincent van Gogh (Zundert, 1853 – Auvers-sur-Oise, 1890). 

COSA È IL VAN GOGH WORLDWIDE 

Obiettivo del Van Gogh Worldwide è rendere accessibili tutti i dati relativi alle circa duemila opere realizzate da van Gogh nel corso della sua vita, partendo dalle opere conservate in collezioni e istituzioni dei Paesi Bassi. La piattaforma digitale verrà costruita gradualmente, e nel 2021 saranno coinvolte anche collezioni e musei del resto del mondo che custodiscono opere di van Gogh. Il Van Gogh Worldwide “non è un catalogo ragionato autorizzato, ma consiste in informazioni continuamente aggiornate sulle opere di Vincent van Gogh pubblicate in J.-B de la Faille, The works of Vincent van Gogh. His Paintings and Drawings, Amsterdam 1970”, si legge sul sito web. Sulla piattaforma quindi si trovano le informazioni presenti sul catalogo ragionato dell’artista, con l’aggiunta di informazioni, opere, disegni, lettere in esso non inclusi (e quindi anche lavori successivamente scoperti o attribuiti a van Gogh). 

VAN GOGH WORLDWIDE: COSA SI TROVA SULLA PIATTAFORMA DIGITALE 

Sulla homepage del sito si trova una barra di ricerca in cui è possibile trovare l’opera di interesse attraverso il titolo, l’anno di realizzazione, la collezione o l’istituzione in cui è conservata. Inoltre le opere sono suddivise per periodo (Early Period fino al 1878, Borinage/Brussels 1878-81, Etten 1881, The Hague 1881-83) e tipologia (Paintings, Drawings, Prints). Del corredo di dati che accompagna ogni singola opera fanno parte anche le lettere scritte dall’artista, importantissimo scrigno di informazioni sulla sua vita e sulle opere da lui realizzate nel corso della sua vita. Se non state cercando un’opera in particolare ma volete godervi la carrellata di capolavori presenti sul sito, cliccate su “Explore artworks” e immergetevi tra le oltre mille opere messe a disposizione su Van Gogh Worldwide. 

– Desirée Maida 

VISITA IL SITO VAN GOGH WORLDWIDE

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.