Fotografia stenopeica e contemporaneità. Il progetto di Lorenzo Biffoli

Lorenzo Biffoli racconta in prima persona il suo nuovo progetto, “Capovolti”, ispirato all’attualità e basato sull’utilizzo della fotografia stenopeica.

Il progetto fotografico è ispirato dalla pandemia di Covid-19 che ha travolto tutto il
nostro Paese nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020, portando la popolazione a vivere in
uno stato del tutto straordinario, ribaltando inaspettatamente tutte le nostre
abitudini. Preso atto del carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia e
dell’incremento dei casi e dei decessi, col DPCM del 9 Marzo 2020 “Io Resto a casa”, il
governo italiano ha emesso nuove leggi e normative straordinarie, volte alla prevenzione
del contagio. Tra di esse la più indiscutibile: il divieto assoluto di allontanarsi dalla
propria abitazione, valida prima per i contagiati e, con i successivi decreti, per tutti
quanti.
Le fotografie sono state scattate utilizzando la tecnica della stenoscopia, un
procedimento fotografico che sfrutta il principio della camera oscura per la
riproduzione delle immagini: si ricrea una fotocamera a grandezza d’uomo oscurando, con
dei teli neri, finestre e porte di una stanza, e praticando su essi un foro della
grandezza di una moneta; si ottiene infine un ambiente completamente buio con una sola
fessura da cui penetra la luce. In questo modo tutto ciò che viene inquadrato attraverso
il foro si riflette sulla superficie opposta alla sua fonte, capovolgendosi. È così
possibile trasformare le pareti di una stanza in una tela bianca su cui, come per magia,
appare l’esatta riproduzione di ciò che sta al di là delle mura ma completamente
rovesciata.
Una magia della natura e della tecnica che ribalta il mondo esterno proiettandolo
all’interno delle stanze dove sono stati immortalati alcuni soggetti emblematicamente
ritratti con naso e bocca coperti dalla mascherina, simbolo dell’isolamento a cui la
pandemia ci ha sottoposto.
La stenoscopia diventa dunque la metafora delle nostre vite, messe sottosopra dalla
pandemia.

Lorenzo Biffoli

https://www.instagram.com/lorenzobiffoli/

Dati correlati
AutoreLorenzo Biffoli
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Lorenzo Biffoli
Lorenzo Biffoli (Bagno a Ripoli, 1988) lavoro come progettista elettrico di giorno e proiezionista cinematografico di notte. La sua più grande passione è la fotografia, che coltiva fin da bambino. Dopo aver provato diversi generi, si è identificato nel reportage di viaggio e nella fotografia contemporanea, permettendogli di esprimere fantasia e creatività, ingredienti indispensabili per la sua personale ricetta di felicità. Nel 2013 insieme a tre amici ha realizzato un progetto video dal nome "Space Balloon Firenze", che ha portato il giglio di Firenze fino alla stratosfera grazie a un pallone aereostatico. Nel 2016 ha iniziato a esprimersi con progetti fotografici come "LosTV", che vede protagonisti i televisori gettati nella spazzatura o abbandonati sul ciglio della strada.