Photo Vogue Festival 2019: un giovane fotografo giapponese nella boutique di Marras

Kenta Cobayashi vaga di notte nelle sconfinate strade di Tokyo e fotografa i volti delle persone che incontra, intervenendo poi con programmi digitali per modificare le sue immagini. È la sua interpretazione della complessa realtà odierna, in mostra a Milano.

Kenta Cobayashi
Kenta Cobayashi

Tutto accade a Milano, nell’ambito del Photo Vogue Festival 2019, presso  NonostanteMarras. Si tratta dello showroom di Antonio Marras, il fashion designer originario di Alghero che in via Cola di Rienzo ha istituito un centro culturale internazionale che funziona come boutique e spazio per presentazioni di progetti interdisciplinari, mostre e proiezioni. In occasione del Photo Vogue Festival 2019 (dal 14 al 17 novembre) viene ospitato il giovane artista giapponese Kenta Cobayashi, classe 1992. Potraits, a cura di Marcella Manni, consiste in una selezione di ritratti scattati girovagando per Tokyo durante lunghe passeggiate notturne. “Le opere di Cobayashi sono immagini che si presentano quasi come se fossero graffiate, frutto della ricerca dell’artista che utilizza intenzionalmente interferenze dimensionali”, spiega la curatrice, “l’atto di creare dei collegamenti, interconnessioni tra universi diversi, è l’idea di tempo e spazio che l’artista sintetizza nelle proprie opere, dimostrando come si possano occupare diversi strati di realtà grazie al supporto digitale”.  Le immagini, infatti, si pongono su due livelli: da una parte il ritratto fedele, dall’altra l’intervento che ne modifica particolari e contorni, attraverso l’uso di programmi di elaborazione digitale. Così Cobayashi indaga la complessità del reale. La mostra è prodotta dalla galleria modenese Metronom, un’organizzazione che promuove progetti di ricerca e approfondimento sulla cultura visiva contemporanea, come convegni, residenze, incontri e pubblicazioni.

-Giulia Ronchi

PORTRAITS, Kenta Cobayashi
Fino all’8 dicembre 2019
A cura di Marcella Manni
NONOSTANTE MARRAS
via Cola di Rienzo 8, Milano
[email protected]
www.antoniomarras.com

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.