Mostre, workshop e lezioni: presentato il programma estate-inverno 2022 del MAN di Nuoro

Il Museo d’Arte della Provincia di Nuoro annuncia la programmazione espositiva e didattica dei prossimi mesi. A concepirla la neo nominata direttrice Chiara Gatti. Al centro la percezione visiva, il capolavoro di Pablo Picasso Guernica, il territorio sardo e i suoi artisti

È stato presentato il programma estate-inverno 2022 del MAN – Museo d’Arte Provincia di Nuoro, il primo firmato dalla neo direttrice Chiara Gatti, giunta alla guida del museo lo scorso febbraio non senza alcune polemiche. I prossimi mesi del MAN vedranno un alternarsi di esposizioni e attività culturali eterogenee, spaziando dall’arte del passato alla contemporaneità, dai workshop alla didattica. Qui di seguito i punti salienti della programmazione.

-Giulia Ronchi

MAN – Museo d’Arte Provincia di Nuoro
Via Sebastiano Satta 27, Nuoro
tel +39.0784.252110

[email protected]

1. SENSORAMA

Sensorama al MAN di Nuoro

È dedicata allo sguardo e alla percezione SENSORAMA, la prima mostra della nuova programmazione del MAN di Nuoro curata da Chiara Gatti e Tiziana Cipelletti con il contributo scientifico di Baingio Pinna del Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Sassari. Prevista dall’8 luglio al 30 ottobre 2022, l’esposizione si interroga sulla relazione tra Visione e Percezione con l’obiettivo di mostrare la complessità dei fenomeni cognitivi e il “piacere” di essere ingannati. “SENSORAMA vuole rappresentare il grado zero della percezione, utile per “ripulire” lo sguardo, per tornare a stupirci di fronte ai paradossi della visione, per ricominciare a osservare le opere con sguardo indagatore, per avvicinarci alle immagini consapevoli di un limite fluido fra reale e virtuale, ma pronti ad aguzzare la vista per svelare i meccanismi che orchestrano il processo stesso della visione. Un invito ad imparare a guardare ma soprattutto a dubitare”, spiegano gli organizzatori. Una mostra interdisciplinare che parte dalla cinematografia fantastica di George Méliès per arrivare alle fantasmagoriche interazioni tra avanguardie artistiche (Man Ray, Duchamp, Hans Richter) e cinema.

SENSORAMA
Lo sguardo, le cose, gli inganni. Da Magritte alla realtà aumentata
8 Luglio – 30 Ottobre 2022

2. BENVENUTI IN COLLEZIONE

Benvenuti in collezione al MAN di Nuoro

Dal 18 novembre 2022 al 19 febbraio 2023 la mostra Benvenuti in collezione Mario Sironi, Costantino Nivola, Maria Lai, Jorge Eielson e Giovanni Campus offre l’occasione per presentare al pubblico le ultime acquisizioni pervenute sotto forma di acquisto, comodato o donazione, spiegandone il valore e il ruolo all’interno dell’identità della raccolta. Si parte dall’ultima acquisizione, ovvero Madre che cuce di Mario Sironi, 1905-1906, che sarà accompagnata da un testo critico a cura di Elena Pontiggia. Tale contesto segna anche la nascita della collana del museo “I quaderni del MAN” studiata per le mostre dossier.

Benvenuti in collezione
Mario Sironi, Costantino Nivola, Maria Lai, Jorge Eielson e Giovanni Campus e la nuova collana “I quaderni del MAN”
Dal 18 novembre 2022 al 19 febbraio 2023

3. RITORNO A MONTE VERITÀ – OPEN CALL

Ritorno a Monte Verità al MAN di Nuoro

È dedicata ai giovani artisti sardi l’open call che offre la possibilità di condurre un progetto di ricerca ospiti di una istituzione straniera gemellata con il MAN. Nello specifico, si tratta di una convocazione aperta a tutti gli autori emergenti e attivi nel panorama della Sardegna chiamati a presentare il proprio curriculum e la sinossi di un progetto da portare a termine durante tre settimane di residenza presso il Monte Verità, straordinaria comunità culturale di inizio Novecento, assieme a visiting professor e lezioni di autori di spicco nel panorama italiano. Per contro, il MAN ospiterà artisti selezionati dall’istituzione straniera che realizzeranno sul territorio un’opera frutto di una riflessione su temi proposti dal Museo e connessi all’identità locale.

Ritorno a Monte Verità – Residenza per giovani artisti sardi extra moenia
Maggio 2022 – primavera 2023

4. PICASSO E GUERNICA. GENESI DI UN CAPOLAVORO

Picsso e Guernica al MAN di Nuoro

Il MAN celebra il famoso capolavoro di Picasso a settant’anni dalla sua esposizione del 1953 nella Sala (bombardata) delle Cariatidi del Palazzo Reale di Milano, insieme a più di trecento opere del maestro spagnolo, che segnò la più grande retrospettiva di Picasso mai tenuta nel nostro Paese. Una mostra che successivamente venne spostata a Roma, ma in formato ridotto e soprattutto senza Guernica, che da allora non fece mai più ingresso nel nostro Paese. Dal 18 novembre 2022 al 19 febbraio 2023 Picasso e Guernica. Genesi di un capolavoro, viene raccontata attraverso due sezioni: l’eco di Guernica nella produzione artistica di Picasso e il racconto della genesi dell’opera attraverso il racconto visivo di Dora Maar. La prima sezione trova il suo fulcro principale nel dittico di incisioni intitolato Sueño y mentira de Franco, importante per la gestazione dell’opera, mentre la seconda ruoterà attorno agli scatti di Dora Maar, fotografa e all’epoca compagna dell’artista spagnolo, che ne documentò giorno per giorno il lavoro.

Picasso e Guernica. Genesi di un capolavoro. A 70 anni dalla mostra in Italia. 1953 – 2023
18 novembre 2022 – 19 febbraio 2023

5. WORKSHOP E LEZIONI PER RAGAZZI E ADULTI AL MAN

Deledda Reboot al MAN di Nuoro

Tra le sue attività didattiche, il Museo di Nuoro con Deledda Reboot dedica a novembre e dicembre 2022 un ciclo di lezioni riservate a ragazzi creativi, chiamati a interagire con grandi autori italiani lasciandosi ispirare dall’arte in racconti sperimentati fra le sale stesse del museo. Da novembre 2022 a febbraio 2023, invece, si terrà il corso stop-motion, introduzione alla storia dell’arte contemporanea per adulti, che affronta il panorama dell’arte contemporanea in Italia e nel mondo, spaziando dalle esperienze degli anni Cinquanta fino alle ricerche d’ultima generazione legate ai temi più caldi dell’attualità. Previsto per ottobre 2022 e primavera 2023, infine, il workshop su invito memoriattiva memoREattiva, rivolto a giovani artisti, fotografi e architetti, uniti da un progetto comune e coordinati da uno staff di docenti selezionati grazie a una convenzione fra MAN, Università degli Studi di Palermo, Polo Territoriale Universitario di Agrigento e Università degli Studi di Cagliari. Un percorso collettivo e condiviso finalizzato a immaginare “una nuova accezione topologica della dimensione esterna del museo, una punteggiata diffusa, una rete dilatata i cui nodi sono costituiti da luoghi o centralità culturali (evidenti o meno riconosciuti) ritenute significative”, spiegano gli organizzatori. “Da questi punti possono assumere quelle sollecitazioni e inferenze con cui intraprendere una nuova lettura trasversale”.

Deledda Reboot
Nell’ambito delle celebrazioni per i 150 anni dalla nascita di Grazia Deledda
Novembre – dicembre 2022

stop-motion
introduzione alla storia dell’arte contemporanea per adulti
Novembre 2022 – febbraio 2023

memoriattiva memoREattiva
Ottobre 2022 e primavera 2023

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.