7 artisti in 7 alberghi. Il rapporto arte-impresa da In Treatment assieme Ca’ Foscari

La mostra “In Treatment” si sviluppa attraverso sette diversi alberghi nelle località termali di Abano e Montegrotto Terme, ed è il risultato del progetto promosso dalla Fondazione Università Ca’ Foscari di Venezia che coniuga arte e impresa

Fango Simona Sala Alessio Ballerini
Fango Simona Sala Alessio Ballerini

Il 26 giugno è stata inaugurata In Treatment, mostra diffusa che si sviluppa attraverso sette diversi alberghi nelle località termali di Abano e Montegrotto Terme in Veneto che vede sette artisti impegnati nella realizzazione di opere utilizzando la “materia prima” degli stabilimenti termali: il fango. La mostra rientra in un più ampio progetto, promosso dalla Fondazione Università Ca’ Foscari di Venezia, che si pone come obiettivo la creazione di interazioni tra artisti e imprese. Ne abbiamo parlato con il Prof. Fabrizio Panozzo, docente del Dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e responsabile scientifico del progetto e con la curatrice della mostra Giovanna Maroccolo. 

IL PROGETTO

“L’idea e il progetto della mostra ‘In Treatment’”, racconta ad Artribune Fabrizio Panozzo, “è nato qualche mese fa e fa parte di ‘MACC – Manifattura Commercio e Cultura. Trasformare l’autenticità del territorio veneto in esperienza turistica’. Si tratta di un’attività della Fondazione Ca’ Foscari, attiva da anni, che si propone di creare delle interazioni e un dialogo tra il lavoro dell’artista e quello dell’impresa. Per questa iniziativa, realizzata grazie al contributo POR FSE 2014-2020 della Regione Veneto, in collaborazione con il Consorzio Aquaehotels e il patrocinio dei Comuni di Abano Terme e Montegrotto Terme, abbiamo selezionato e contattato diversi alberghi della zona per dare la possibilità a diversi artisti di entrare in contatto con il materiale che ha reso celebre questo territorio: i fanghi”.

 LA MOSTRA

“Il risultato”, aggiunge sempre Fabrizio Panozzo, “è stato la creazione di una mostra diffusa nel territorio che ci auguriamo possa richiamare un pubblico differente da quello che di solito frequenta queste strutture e possa essere anche uno strumento di rilancio del settore”. In Treatment è dunque un percorso sensoriale, visivo ed emozionale che interessa gli alberghi di Hotel Terme all’Alba, Hotel Smeraldo, Hotel Dolomiti, Hotel Gran Torino, Hotel Belvedere, Hotel Eliseo e Hotel Terme Commodore. Per ogni struttura turistica, un artista – Alessio Ballerini, Daniela Di Maro, Elena Candeo, Giacomo Gerboni, Giorgia Severi, Marco Maria Zanin e Simona Sala – ha realizzato un’installazione frutto dell’esperienza diretta dei processi produttivi e di utilizzo del fango. C’è chi ha voluto ricreare una sensazione sonora che ricorda i suoni dell’acqua, oppure chi ha voluto utilizzare il fango per ritrarre antiche figure della mitologia locale.

ARTE E AZIENDA: LE ALTRE INIZIATIVE

Di questa sinergia avevamo già parlato a ottobre quando Ca’ Foscari ha inaugurato la mostra Art and business: roads to innovation. La curatrice, Lucia Longhi, aveva raccontato ad Artribune come il progetto fosse nato in collaborazione con la Venice Gallery View, un network di gallerie d’arte nel veneziano, che comprendeva la Galleria Alberta Pane, Beatrice Burati Anderson Art Space & Gallery, Caterina Tognon, La Galleria di Dorothea Van Der Koelen, Ikona Venezia, Marignana Arte, Galleria Massimodeluca, Galleria Michela Rizzo, Victoria Mirò e Zuecca Project Space. In occasione di questa mostra, ogni galleria ha presentato i propri artisti a diversi imprenditori con la speranza di riuscire a creare delle collaborazioni.

 – Valentina Poli

https://www.maclab.info/artificare/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Poli
Nata a Venezia, laureata in Conservazione e Gestione dei Beni e delle Attività Culturali presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, ha frequentato il Master of Art presso la LUISS a Roma. Da sempre amante dell'arte ha maturato più esperienze nel settore della didattica progettando e gestendo laboratori, in quello della preparazione di piccoli e grandi eventi culturali, nel settore delle gallerie d'arte e in campo giornalistico con collaborazioni con riviste del settore. Oggi vive a Roma.