Larry Gagosian organizzerà una mostra a Parigi per sostenere la ricostruzione di Notre-Dame

È l’ultima trovata del galleristar americano: una strategia per attirare un pubblico molto vasto, sposando una buona causa

Notre Dame in fiamme
Notre Dame in fiamme

Sono passate ormai due settimane dall’incendio della Cattedrale di Notre-Dame (in parte un disastro preannunciato) che ha sconvolto il mondo e che ha spinto professionisti dell’arte e non solo a promuovere iniziative per la sua ricostruzione: già il giorno seguente al disastro sono piovute ingenti donazioni da magnati e potenti holding (tra questi anche gli arcinoti Pinault e Arnault, patron delle rispettive fondazioni per l’arte contemporanea Punta della Dogana-Fondazione Pinault e Fondation Louis Vuitton). Artribune ha parlato anche di un artista al centro della scena fiamminga, Wim Delvoye, un provocatore professionista che ha però espresso molto seriamente la volontà di aggiudicarsi il bando per la ricostruzione della guglia centrale dell’edificio. In questa kermesse di big dell’arte, si affaccia un altro personaggio chiave, Larry Gagosian.

Larry Gagosian
Larry Gagosian

LARRY GAGOSIAN PER LA CATTEDRALE DI NOTRE-DAME

Mentre ci si interroga sulle ipotesi della ricostruzione, sorge un dubbio lecito: che non sia in corso una sorta di mania di protagonismo ad opera dei potenti del sistema. D’altronde, il galleristar americano pare essere ultimamente un fiume in piena di idee: per dirne una, risale a pochi giorni fa la notizia della nascita della Gagosian Art Advisory, attività di consulenza per collezionisti che vogliono valorizzare e far crescere le proprie collezioni.

LARRY GAGOSIAN: IL PROGETTO

Da quello che per ora si sa, sarà organizzata una mostra a favore della ricostruzione della Cattedrale di Notre-Dame di Parigi, e il ricavato di tale iniziativa sarà totalmente devoluto a questa causa. Per quanto riguarda gli artisti coinvolti, di cui ancora non è stato fatto cenno, le aspettative sono alte. “Notre-Dame è uno dei simboli più riconosciuti della città di Parigi e della nazione francese”, ha affermato lo stesso Gagosian, aggiungendo: “desidero contribuire alla ricostruzione di questa cattedrale iconica dopo averla guardata, con devastazione, mentre veniva inghiottita dalle fiamme. Gagosian allestirà a giugno una mostra nella galleria parigina per sostenere la ricostruzione di questo monumento storico insostituibile”. L’aspetto più interessante della questione è che il magnate americano non si limita solamente a versare una lauta donazione come hanno fatto i suoi colleghi, bensì coglie la palla al balzo per costruire un appuntamento culturale, offrendo al pubblico la possibilità di incontrare nomi vecchi e nuovi dell’arte.

– Giulia Ronchi

www.gagosian.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.