David Zwirner si lancia sul mercato online. Il responsabile delle vendite è una social influencer

Il celebre art dealer e gallerista tedesco si lancia sul mercato online affidando la direzione della piattaforma digitale a Elena Soboleva, social influencer su Instagram

David Zwirner - Marcel Dzama and Raymond Pettibon - Let us compare mythologies

“Il classico non passa mai di moda”, dice un noto modo di dire. Però a volte, per non correre il rischio di essere démodé e per stare al passo coi tempi, è necessario adattarsi alle nuove tendenze, possa trattarsi di moda stricto sensu, comunicazione, marketing e anche arte. Lo sa bene David Zwirner, celebre art dealer e galleristar tedesco alle prese con i festeggiamenti per il suo 25esimo anniversario dall’inaugurazione della sua prima galleria. Occasione, questa, che ha portato Zwirner a farsi un regalo decisamente speciale: aprire un nuovo spazio espositivo a New York la cui progettazione è stata affidata all’archistar Renzo Piano, arrivando così a possedere ben 6 gallerie, dislocate tra la Grande Mela, Londra e Hong Kong. Ma oltre a questo regalo “tradizionale” – almeno per un gallerista del suo calibro – Zwirner di recente ha affermato la necessità di “guardare e andare avanti”, esplorando e colonizzando non solo le grandi metropoli internazionali, ma anche territori virtuali. Da questa volontà nasce, ad esempio, Dialogues: The David Zwirner Podcast, serie audio che, puntata dopo puntata, vede un artista e un protagonista del mondo della cultura confrontarsi sui temi legati alla creatività e al ruolo dell’arte nella società contemporanea. Se la conduzione delle puntate del podcast è affidata a Lucas Zwirner, direttore editoriale di David Zwirner Books, la recentemente inaugurata piattaforma di vendita online della galleria è stata affidata a una social influencer, la millennial Elena Soboleva.

David Zwirner
David Zwirner

GALLERIE REALI E VIRTUALI

Già specialista d’arte contemporanea, responsabile delle relazioni con i collezionisti e lead curator dei progetti speciali per Artsy, Elena Soboleva approda alla David Zwirner come primo direttore vendite online. La social influencer, che ha all’attivo 13.900 follower su Instagram, avrà il compito di sviluppare una strategia per incrementare il commercio digitale della galleria: “il 30% dei clienti acquista opere esclusivamente sulla base di immagini inviate via email”, ha recentemente dichiarato Zwirner al Wall Street Journal. “Lo spazio digitale è un’estensione naturale della galleria”, ha spiegato Elena Soboleva ad artnet. “Il mondo dell’arte sta crescendo online con gallerie e case d’asta che comprendono il valore del digitale per raggiungere il vasto pubblico e avere una migliore comprensione dei loro collezionisti”.

LA SETTIMA GALLERIA PER ZWIRNER?

“Storicamente, quando apriamo una nuova galleria, portiamo un nuovo senior staff per dirigere e gestire lo spazio”, ha spiegato Zwirner, lasciando intendere che la sua piattaforma di vendita online sia per lui paragonabile all’apertura di una nuova galleria. “Lavorano quindi a stretto contatto con il nostro team esistente per dare forma alla programmazione, per adattarsi e avere successo all’interno di quella particolare impostazione, pur allineandosi alla programmazione globale. Il ruolo di Elena seguirà lo stesso approccio”.

– Desirée Maida

www.davidzwirner.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.