Il passaggio mancante. Michele Gabriele a Milano

Fondazione Adolfo Pini, Milano – fino al 31 gennaio 2017. Nell’arco di tre vetrine illuminate, l’artista milanese presenta tre sculture inedite. Tre smantellamenti di sistemi, tre interventi che oltrepassano il tempo per modificare, anche e impercettibilmente, un ambiente dall’atmosfera intoccabile.

Michele Gabriele – The Missing Link – installation view at Fondazione Pini, Milano 2016 – photo Rui Wu t-space studio
Michele Gabriele – The Missing Link – installation view at Fondazione Pini, Milano 2016 – photo Rui Wu t-space studio

La prima personale italiana di Michele Gabriele (Fondi, 1983) in un’istituzione rappresenta paradossalmente il primo anello di collegamento della Fondazione Pini con la scena emergente, più avanzata dell’arte contemporanea italiana. Una collaborazione resa possibile grazie alla supervisione di Adrian Paci, da cui è nato l’incontro tra la Fondazione e l’artist run project /77. All’interno di tre vetrine, che filtrano gli ambienti riccamente istoriati della Casa Museo, l’addensamento scultoreo ridondante, al quale Michele Gabriele si dedica da diversi anni, improvvisamente sparisce. Al suo posto, sotto la luce diretta dei faretti, prendono luogo articolazioni asettiche, ospedaliere, roboticamente scheletriche. Parti di carrelli, parti di macchinari, di tubi senza più vita, si stagliano a tutt’altezza, intrappolando, in un candore senza precedenti, volti di plastilina colti nell’urlo, spalancato, di una visione in avanti, non del tutto violenta.

Ginevra Bria

Milano // fino al 31 gennaio 2017
Michele Gabriele – The Missing Link
a cura di /77
FONDAZIONE ADOLFO PINI
Via Garibaldi 2
02 874502
www.fondazionepini.net

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/57926/michele-gabriele-the-missing-link/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. È specializzata in arte contemporanea latinoamericana.