“La voce occupa tutto lo spazio che può”. Al via la XVI edizione di Short Theatre a Roma

Dopo le prime manifestazioni che avevano cominciato a propagarsi per la città già nel mese di luglio, dal 3 settembre è iniziata la XVI edizione del festival internazionale Short Theatre, dal titolo The voice this time.

Short Theatre 2020 Roma
Short Theatre 2020 Roma

La voce come cassa di risonanza che ci mette in relazione e si propaga, il suono che invade gli spazi e dischiude mondi comuni. Questo è il nucleo concettuale della piattaforma ideata dalla direttrice artistica Piersandra Di Matteo assieme alla curatrice uscente Francesca Corona, un insieme eterogeneo di luoghi-eventi a cui dare nuovo significato e di eventi-luoghi in cui risuonare assieme, in cui ripensare e praticare la prossimità. Short Theatre presenta per l’edizione 2021 un programma ricco di iniziative, “è il modo di provare a pensare il festival come spazio dinamico aperto in cui rivendicare il diritto a parlare ed essere ascoltati”, come recita il manifesto d’introduzione al festival intitolato Risonanza.

Short Theatre 2020 Roma ph. Cardinale
Short Theatre 2020 Roma ph. Cardinale

SHORT THEATRE 2021 A ROMA

Fino al 13 settembre 2021 si svolgono e si propagano spettacoli, sonorizzazioni e dj set, performance, talk, presentazioni di libri, installazioni e film. L’intento dichiarato, e sottolineato dalla direttrice durante la conferenza di presentazione, è quello di far esplodere questi formati per “creare ambienti”, per farli propagare in e da diversi luoghi (La Pelanda–Mattatoio, WEGIL, Teatro Argentina, Teatro India, Teatro del Lido di Ostia, Spazi urbani). Questa disseminazione è anche quella di un infrangersi di Short nel tessuto sociale di Roma, coinvolgendo istituzioni e realtà indipendenti nel mondo culturale – come Palaexpo/Mattatoio di Roma, Teatro di Roma, Dominio Pubblico, Coripet e altri – e progetti internazionali come Festivals of the Future, Boarding Pass Plus Dance, Be My Guest. Torna il format di ricerca e condivisione Les Cliniques Dramaturgiques (Vol. 2, da un’idea originale di Jessie Mills e sviluppata a Short Theatre 2021 da Riccardo Fazi) e fa il suo approdo la XXIX edizione dell’École des Maîtres (progetto di formazione teatrale ideato da Franco Quadri). I progetti e i nomi coinvolti sono molti e interessanti, ricordiamo Nadia Beugré, Alessandro Carboni, François Chaignaud, Nora Chipaumire, Giulia Crispani e Patrizia Rotonda, Cherish Menzo, Motus, Amanda Piña (nadaproductions), Alexia Sarantopoulou, Loreto Martìnez Troncoso e non solo. Il programma completo qui.

-Daniele Vergni

Short Theatre 2021
Dal 3 al 13 settembre 2021
Roma, sedi diffuse
https://www.shorttheatre.org/

Eventi d'arte in corso a Roma

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Daniele Vergni
Daniele Vergni, dottorando in Spettacolo presso Sapienza Università di Roma, si occupa di Performance Art e Nuovo Teatro Musicale in Italia, dell'immagine acustica (vocalità e sonorità) della scena teatrale secondo novecentesca. È redattore della rivista “Sciami|Ricerche”, membro del Gruppo Acusma e dell'équipe di ricerca di Nuovo Teatro Made in Italy, diretti da Valentina Valentini. Ha collaborato con “Alfabeta2”. Tra le sue pubblicazioni: “Nuovo Teatro Musicale in Italia (1961-1970)” (Bulzoni 2019) e “L’immagine sonora nel teatro di Tadeusz Kantor”, in L. Marinelli, V. Valentini, A. Vecchia (a cura di), “Politica dell’arte, politica della vita. Tadeusz Kantor fra teatro, arti visive e letteratura” (Lithos 2018).