Chiude la due giorni leccese di ArtLab di Fondazione Fitzcarraldo. Ugo Bacchella racconta l’esperienza in Puglia

Le riflessioni del Presidente di Fondazione Fitzcarraldo giungono in continuità con una prima tappa del progetto svoltasi lo scorso mese nell’ambito del programma di Mantova Capitale della Cultura 2016.

Artlab
Artlab

ArtLab ritorna a Lecce. Si conclude la due giorni di lavori e discussioni sulle politiche culturali creata da Fondazione Fitzcarraldo (Torino) e da sei nella città salentina, seguendo di poco il week end a Ravello di RavelloLab (in costiera) promosso invece da Federculture. Molti i temi in campo, dalla presentazione dell’accordo tra Cofidi.it, Unicredit e Distretto Puglia Creativa per l’accesso al credito delle imprese culturali e creative pugliesi, collaborazione che copre sia la parte non profit che la parte profit delle attività culturali e ne facilita l’accesso al credito, alla prosecuzione del dialogo sulla proposta di legge Ascani-Manzi per le startup culturali. E l’Onorevole Roberto Rampi che discute, insieme a rappresentanti del mondo musicale e organizzatori di festival, la proposta di legge 4030 per la disciplina delle attività musicali contemporanee, prevedendo un fondo specifico di 50 milioni di euro annui e riconoscendo la funzione sociale ed economica della musica dal vivo. Abbiamo parlato della manifestazione con Ugo Bacchella, Presidente di Fondazione Fitzcarraldo.

UN PROGETTO TUTTO NUOVO
Come si coniuga l’esperienza di ArtLab nell’ambito di Mantova Capitale della Cultura 2016, accaduta lo scorso mese?
La nuova veste di ArtLab 16, concepito come piattaforma nazionale itinerante per l’innovazione delle pratiche e delle politiche culturali, ci ha permesso di confrontarci con territori – anche metaforici – tra loro molto diversi: dopo la due giorni di Milano sui temi dell’internazionalizzazione e la presenza a Macerata in collaborazione con il Festival della Soft Economy di Symbola sui distretti culturali, Mantova Capitale Italiana della Cultura 2016 ha rappresentato un momento centrale del percorso di accreditamento presso il mondo politico. Proprio ArtLab 16 Mantova è stato scelto dalla Commissione Cultura della Camera dei Deputati per ospitare una sessione pubblica sulla proposta di legge Ascani-Manzi sulle Startup culturali. Operatori e rappresentanti delle organizzazioni hanno avuto l’occasione di esprimere pareri e suggerimenti per la costruzione di una politica realmente vicina alle necessità del settore. Qualcuno l’ha definita una sessione di “Democrazia in corso”: il Parlamento si è mosso dal palazzo per ascoltare le istanze di chi fa cultura. Per noi è stata una tappa davvero significativa per dare voce a un mondo che molto spesso rimane nell’ombra.

E come, a Lecce, si è proseguito nello sviluppo di questi temi?
Lecce, che per il sesto anno accoglie ArtLab, rappresenta un altro mattone in questo tentativo di costruzione di un ecosistema più ospitale per le organizzazioni culturali. Qui il tema è lo sviluppo delle imprese culturali e creative del Sud e le opportunità offerte dalle Politiche di Coesione Europee 2014-2020 per la cultura, la creatività e il turismo. Ora più che mai siamo convinti che la cultura possa assumere un ruolo centrale per lo sviluppo e il miglioramento della qualità della vita dei territori. La strada è ancora lunga e sono indispensabili spazi mentali dedicati alla condivisione di idee, progetti, programmi e politiche nel segno dell’innovazione culturale, in una prospettiva necessariamente europea e internazionale. Per questo ArtLab continuerà, anche nel 2017, ad alimentare questo confronto strategico. Sempre senza reticenze e autoreferenzialità.

– Santa Nastro

artlab.fitzcarraldo.it

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.