Sky Arte Updates: Mons Capitale Europea della Cultura 2015 ecco tutto il programma. Da Daniel Libeskind a Santiago Calatrava fino a Vincent van Gogh

Segnatevi la data del 24 gennaio in calendario. E mettete in cantiere un viaggio a Mons da qui alla fine dell’anno: a partire dalla data d’inaugurazione delle celebrazioni e per tutto il 2015, la città belga sarà Capitale Europea della Cultura, insieme alla ceca Plzeň. Con tre siti Unesco, centinaia di eventi e un migliaio […]

Segnatevi la data del 24 gennaio in calendario. E mettete in cantiere un viaggio a Mons da qui alla fine dell’anno: a partire dalla data d’inaugurazione delle celebrazioni e per tutto il 2015, la città belga sarà Capitale Europea della Cultura, insieme alla ceca Plzeň. Con tre siti Unesco, centinaia di eventi e un migliaio di iniziative culturali che spaziano dall’arte al teatro, Mons promette di soddisfare i gusti del più esigente turista culturale. Già il 25 gennaio, all’indomani della festa d’apertura, inaugura forse la più prestigiosa delle mostre previste a Mons, Van Gogh in the Borinage – The Birth of an Artist, che intende indagare l’influenza del soggiorno vallone sulla poetica del pittore olandese. Residente a Mons dal dicembre del 1978 all’ottobre del 1880, in quei pochi mesi Vincent van Gogh sperimenterà la vita contadina e le condizioni di vita dei minatori, approfondendo quell’aspirazione al bene universale che già andava emergendo nelle sue tele a tema pauperistico.
Insieme a Vincent, altri tre nomi – e una figura leggendaria – sono al centro del programma culturale di Mons. Come al pittore post-impressionista, la città dedicherà iniziative anche a Verlaine, Rimbaud e al compositore rinascimentale Orlando di Lasso. In comune, queste figure hanno proprio un passaggio a Mons, che ne segnerà in qualche modo il percorso artistico. Massimo risalto verrà riservato anche a un personaggio che è stato soggetto di tanta arte: San Giorgio, patrono dell’Inghilterra e della stessa Mons altrimenti noto per aver ucciso un diabolico drago. Al leggendario santo verrà dedicato un museo, che aprirà le porte proprio quest’anno, andando ad affiancarsi alla già celebre festa annuale di Doudou – patrimonio immateriale Unesco, e siamo così a quattro – che ricorda appunto l’epico combattimento tra le forze del bene e quelle del male.
Le tante aperture di centri di studio e musei, previste per il 2015, dimostrano che Mons è stata capace di coniugare valorizzazione della propria eredità culturale e dibattito contemporaneo. Non a caso, la città si è resa protagonista di una conversione generale, nei cui piani urbanistici sono stati coinvolte archistar del calibro di Daniel Libeskind. Porta la sua firma il nuovo, visionario Centro Congressi MICX (Mons International Congress Xperience), architettura monumentale che guarda da una parte alla tradizione, offrendo una splendida vista del Belfroi barocco nel centro cittadino, e dall’altra all’ultra-contemporanea stazione ferroviaria di Santiago Calatrava.

Il sito di Sky Arte è powered by Artribune, che ne cura contenuti e interfaccia digitale. Scoprite a questo link le novità di palinsesto e le news che arricchiscono il portale del primo canale televisivo culturale italiano in HD…
http://arte.sky.it