Sarà Alessandra Marino a reggere il Polo Museale della città di Firenze. L’attuale soprintendente architettonica rileva ad interim la poltrona di Cristina Acidini

Alessandra Marino Con le complicatissime denominazioni previste dalla altrettanto complicata burocrazia ministerial/soprintendenziale, si rischia il collasso linguistico. Ma alla fine quel che conta è la sostanza: i Beni Culturali a Firenze non resteranno senza una guida suprema, dopo l’addio – dai contorni ancora da chiarire – dello storico riferimento di Cristina Acidini. Sarà infatti Alessandra […]

Alessandra Marino

Alessandra Marino

Con le complicatissime denominazioni previste dalla altrettanto complicata burocrazia ministerial/soprintendenziale, si rischia il collasso linguistico. Ma alla fine quel che conta è la sostanza: i Beni Culturali a Firenze non resteranno senza una guida suprema, dopo l’addio – dai contorni ancora da chiarire – dello storico riferimento di Cristina Acidini. Sarà infatti Alessandra Marino, attuale Soprintendente per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le province di Firenze, Pistoia e Prato, ad assumere l’incarico ad interim per la Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze. A comunicarlo il Ministero dei Beni Culturali, che riesce così in tempi record ad assicurare la necessaria continuità amministrativa al Polo Museale Fiorentino. L’incarico avrà validità fino alla data di insediamento dei titolari degli uffici di nuova istituzione, a seguito della riorganizzazione del Ministero promossa da Dario Franceschini.

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.