Come se la cava l’arte in tempi di crisi? Artribune Magazine lo ha chiesto a una dozzina di artisti, e ne è venuto fuori un imperdibile “Talk Show”…

Com’è cambiato il rapporto dell’artista con il mercato e con i referenti del mondo dell’arte (galleria, museo, collezionisti) dopo l’inizio della crisi? Le difficoltà economiche sono state paralizzanti oppure hanno funzionato da stimolo per la ricerca di percorsi alternativi? Crisi, difficoltà economiche: tutte cose che ognuno vorrebbe decisamente lasciarsi alle spalle, e con le quali invece […]

Com’è cambiato il rapporto dell’artista con il mercato e con i referenti del mondo dell’arte (galleria, museo, collezionisti) dopo l’inizio della crisi? Le difficoltà economiche sono state paralizzanti oppure hanno funzionato da stimolo per la ricerca di percorsi alternativi? Crisi, difficoltà economiche: tutte cose che ognuno vorrebbe decisamente lasciarsi alle spalle, e con le quali invece tocca continuare a fare i conti, guardandole in faccia per esorcizzarle. Sono queste dunque le domande sulle quali si basa il “Talk Show” che campeggia sulle pagine del numero 21 di Artribune Magazine a breve in distribuzione gratuita (se lo volete ricevere a casa, qui sotto trovate il link per abbonarvi, alle sole spese di spedizione).
Il titolo? L’arte (e gli artisti) ai tempi della crisi, e queste domande Valentina Tanni e Santa Nastro le hanno poste a un gruppo di artisti italiani di diverse generazioni, da Luigi Presicce a Silvia Giambrone, Gian Maria Tosatti, Bianco Valente, Christian Chironi, Marcello Maloberti, Stefano Arienti, Andrea Galvani, Marco Strappato, Luca Francesconi, Alfredo Pirri, Giuseppe Stampone. “Ho smesso di far parte di questo meccanismo, interrompendo per sette anni la collaborazione con le gallerie e la vendita”. “La crisi economica del sistema dell’arte è la cosa meno importante di tutto quello che è accaduto in questi anni”. “La crisi è un filtro che blocca chi non crede veramente nel proprio lavoro”. Questi alcuni stralci delle interessanti risposte pervenute: a chi sono attribuite? Lo scoprite solo procurandovi il magazine…

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune Magazine