Lo Strillone: Le Monde contro i direttori dei musei parigini su La Stampa. E poi: Celant punto su Expo, Burri a Gaeta…

Folli e megalomani. Sono i vari Anne Baldassari, Jean-Luc Martinez e Alain Seban secondo Le Monde: La Stampa riprende e argomenta la polemica innescata dal quotidiano parigino, che attacca i direttori dei principali musei della città. Un caso limite? Quello di Guy Cogeval, che ha allestito la propria festa di nozze nella sale della collezione […]

Quotidiani
Quotidiani

Folli e megalomani. Sono i vari Anne Baldassari, Jean-Luc Martinez e Alain Seban secondo Le Monde: La Stampa riprende e argomenta la polemica innescata dal quotidiano parigino, che attacca i direttori dei principali musei della città. Un caso limite? Quello di Guy Cogeval, che ha allestito la propria festa di nozze nella sale della collezione che dirige. Un certo Musée d’Orsay. A proposito di figure barbine: Lo spillo de  Il Giornale punge Celant sui suoi no comment in merito al caso Expo.

Fabrizio Plessi e Maria Lai, Sislej Xhafa e Piero Dorazio: ecco alcuni dei nomi in transito per le stanze dell’Hotel Atelier sul mare di Castel di Tusa, nel messinese. Albergo d’artista che dopo anni, ci racconta Corriere della Sera, è pronto a diventare museo. Segnalazione su La Repubblica per i Giorni Felici  a Casa Testori, collettiva di giovani artisti in via di emersione; Libero invita invece alla Pinacoteca Comunale di Gaeta per la mostra sui multipli di Alberto Burri. Renato Barilli all’Hangar Bicocca per raccontare dalle colonne de L’Unità la grande retrospettiva su Cildo Meireles.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.