Anche Terni Factory ha il suo Sonar. Con il live audiovisual del collettivo berlinese Plugger: che si lega a un contest fotografico-musicale sull’arte pubblica

Dopo un pomeriggio intenso di work-shop gratuiti, performance, live e dj set all’insegna della musica elettronica, entrerà nel vivo il Terni Factory, festival dedicato appunto alle tecniche digitali. Sabato 14 giugno, Piazza San Francesco alle ore 21.30 vedrà protagonista, in arrivo direttamente dal Sonar di Barcellona, il collettivo europeo Plugger, inventore del “plug”, un nuovo […]

Dopo un pomeriggio intenso di work-shop gratuiti, performance, live e dj set all’insegna della musica elettronica, entrerà nel vivo il Terni Factory, festival dedicato appunto alle tecniche digitali. Sabato 14 giugno, Piazza San Francesco alle ore 21.30 vedrà protagonista, in arrivo direttamente dal Sonar di Barcellona, il collettivo europeo Plugger, inventore del “plug”, un nuovo genere musicale che si esprime con la creazione di brani originali, realizzati con decine di frammenti di canzoni note. Legati all’evento Plugger-Live, una campagna di comunicazione e un contest fotografico relativi all’arte pubblica ternana che vanta nomi illustri, da Umberto Mastroianni a Eliseo Mattiacci e Arnaldo Pomodoro, fino alla street artist MP5 che, in occasione di Terni On 2013, ha realizzato un’opera murale.
In collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Terni, nella settimana precedente l’evento sono stati infatti posizionati, con il logo Plugger e Terni Move, 15 geotag in corrispondenza di altrettanti siti (monumenti, sculture e architetture contemporanee): cittadini e utenti saranno chiamati a raggiungere i geotag e qui a scattare un “selfie”, con alle spalle il sito d’interesse artistico o architettonico, pubblicarlo sulla propria pagina Facebook e condividerla con le fan page di Terni Move e Plugger. Ogni volta che un utente compirà quest’azione, grazie allo speciale software “Freella”, sviluppato dal collettivo berlinese, riceverà in regalo una traccia audio realizzata dal gruppo.

– Claudia Giraud

www.ternimove.it

CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).