Scultura, pittura, arte tessile, musica. Ovvero Arte Totale: questo il nome del nuovo spazio che si inaugura a Pietrasanta, ecco le immagini

“L’arte è un insieme di discipline diverse: non solo un dipinto, una scultura, un gioiello, ma anche la musica, o un tappeto realizzato con perizia, mescolando sapientemente materiali e colori, tecnica ed emozione”. Così Fabio Morandi delinea la propria idea di “Arte Totale”: e spiega perché così ha voluto chiamare la nuova galleria d’arte che […]

L’arte è un insieme di discipline diverse: non solo un dipinto, una scultura, un gioiello, ma anche la musica, o un tappeto realizzato con perizia, mescolando sapientemente materiali e colori, tecnica ed emozione”. Così Fabio Morandi delinea la propria idea di “Arte Totale”: e spiega perché così ha voluto chiamare la nuova galleria d’arte che va ad arricchire il già dinamico ambiente di Pietrasanta, perla della Versilia e centro dalle ricche tradizioni artistiche. È lui che l’ha promossa, riunendo attorno a sé un variegato gruppo di collaboratori e operatori culturali Annachiara Trivelli, Daniela Marchetti, Marina Donati, Alessandro e Francesca Trivelli, Andrea Zanetti.
Un connubio di tradizione e innovazione, storia e contemporaneità, stasi e movimento”: questo vuole essere la Galleria di Arte Totale, che per il debutto sceglie un evento collettivo che mette insieme personalità poliedriche, che fanno dell’eclettismo nell’arte la propria cifra stilistica, fra scultura, pittura, arte tessile, musica. I nomi? Dallo stesso Morandi a Daniela Marchetti, Kenji Takahashi, Francesca Bernardini, Ussanee Kulpherk, Roberta Montaruli, Miho Ikeda, con un omaggio a Mario Ginocchi. E per il futuro sono già in cantiere una serie di mostre personali, per andare più a fondo nella ricerca di ogni singolo creativo. L’inaugurazione è oggi – sabato 26 aprile – alle 18.30: ma Artribune vi anticipa le immagini del nuovo spazio e della mostra allestita…

Inaugurazione: sabato 26 aprile 2014 – ore 18.30
Via Barsanti 34 – Pietrasanta (Lu)
www.arte-totale.it

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.