L’artista Sara Enrico, scelta con Artissima, realizza l’immagine dello stand Piemonte a Vinitaly 2014. Da Torino a Verona, torna la liaison vincente tra arte e vino

Artissima, Vinitaly e Regione Piemonte/Direzione Agricoltura, insieme per mettere in dialogo due eccellenze regionali: l’arte contemporanea e il vino. Già nelle precedenti edizioni della nota manifestazione enologica veronese, il Piemonte aveva coinvolto alcuni artisti per curare il restyling del proprio spazio istituzionale, ricavato nel percorso di Veronafiere; quest’anno, ricorrendo al prestigioso supporto della grande art […]

L'immagine vincitrice di Sara Enrico

Artissima, Vinitaly e Regione Piemonte/Direzione Agricoltura, insieme per mettere in dialogo due eccellenze regionali: l’arte contemporanea e il vino. Già nelle precedenti edizioni della nota manifestazione enologica veronese, il Piemonte aveva coinvolto alcuni artisti per curare il restyling del proprio spazio istituzionale, ricavato nel percorso di Veronafiere; quest’anno, ricorrendo al prestigioso supporto della grande art fair torinese, la Regione ha lanciato un concorso di idee, su invito, per la creazione dell’immagine coordinata 2014, puntando a una selezione di progetti di altissima qualità.
Le curatrici scelte da Artissima, tutte attive sul territorio, sono Francesca Comisso, Anna Musini ed Elisa Troiano, ognuna incaricata di individuare tre artisti emergenti (nati o attivi sul territorio piemontese). A giudicare i lavori studiati ad hoc c’erano Moreno Soster, Regione Piemonte/Direzione Agricoltura, Annalisa D’Errico, di Unioncamere Piemonte, Anna Enrico, di Land of Perfection, Sarah Cosulich Canarutto, direttore di Artissima, Rocco Moliterni de La Stampa e Massimiliano Tonelli, per Artribune.

Vinitaly 2014 - il randaring dello stand istituzionale Regione Piemonte
Vinitaly 2014 – il randaring dello stand istituzionale Regione Piemonte

Sara Enrico, nata a Biella nel 1979, si è guadagnata il plauso della giuria con un’immagine astratta dai colori sanguigni e autunnali, una superficie di pigmenti lavorati direttamente su uno scanner, per registrare le variazioni dinamiche della materia al passaggio della luce. Un flusso visivo che richiama le cromie intense del vino, catturando lo sguardo con un gioco armonico di ritmi e di toni. L’opera di Sara Enrico, a cui è andato un premio di 4000 euro, è adesso il leitmotiv di tutta la comunicazione che rappresenta la Regione Piemonte a Vinitaly. In corso fino al prossimo 9 aprile.

www.vinitaly.com

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.