Polonia, Ungheria, Grecia. Tour europea per la mostra di Carla Accardi partita la scorsa estate da Castelbasso: ecco chiccera al Coca di Turun…

È la prima tappa di un tour internazionale che poi toccherà anche il Museo Vasarely di Budapest, e il Mylona Macedonian Museum of Contemporary Art di Atene. Oggetto, la mostra Smarrire i fili della voce, di Carla Accardi, in Italia promossa la scorsa estate dalla Fondazione Malvina Menegaz di Castelbasso, in collaborazione con Zerynthia. Il […]

È la prima tappa di un tour internazionale che poi toccherà anche il Museo Vasarely di Budapest, e il Mylona Macedonian Museum of Contemporary Art di Atene. Oggetto, la mostra Smarrire i fili della voce, di Carla Accardi, in Italia promossa la scorsa estate dalla Fondazione Malvina Menegaz di Castelbasso, in collaborazione con Zerynthia.
Il percorso inizia dunque dalla Polonia: dal Coca di Torun, diretto da Dobrila De Negri, che si apre all’esposizione curata da Laura Cherubini, in questa occasione in coppia con Maria Rosa Sossai. Molte le facce note viste per l’opening, con un progetto espositivo che unisce tele nuovissime del periodo tra il 1999 e il 2012 – come Rosa, Segni Grigi, rosanero – a pezzi realizzati sullo scorcio degli anni ’60, fino ad opere tridimensionali. Vediamo se le riconoscete, mentre sbirciate anche gli allestimenti nella fotogallery…