Lo Strillone: il presidente di Confindustria fa i conti in tasca alla cultura su Libero, e sponsorizza un comparto su cui puntare di più. E poi la retrospettiva di Aricò a Venezia, Milano scalda i motori di vista della Design Week, Fischli e Weiss a Londra…

Ben 80 miliardi di euro annui di fatturato e 600mila addetti. Giorgio Squinzi dà i numeri su Libero: ecco quanto pesa la cultura in Italia, comparto che vale da solo il 2,3% del PIL e deve tornare, nelle parole del presidente di Confindustria, al centro delle politiche nazionali. Un occhio al mercato su Il Giornale […]

Quotidiani
Quotidiani

Ben 80 miliardi di euro annui di fatturato e 600mila addetti. Giorgio Squinzi dà i numeri su Libero: ecco quanto pesa la cultura in Italia, comparto che vale da solo il 2,3% del PIL e deve tornare, nelle parole del presidente di Confindustria, al centro delle politiche nazionali. Un occhio al mercato su Il Giornale con i primi report da MiArt; su Panorama l’antiquario Fabrizio Moretti torna a provocare: invece di farci restituire le opere trafugate e finite all’estero lasciamole nei musei stranieri e facciamoci pagare l’affitto.

Ludovico Pratesi riassume MiArt su Il Venerdì; missione londinese per L’Espresso, che recensisce la nuova personale di Fischli e Weiss.

Avvenire in Campania: raffica di eventi ai Campi Flegrei con speciali visite guidate nelle aree archeologiche. Aricò in mostra alla Peggy Guggenheim, su L’Unità riflessioni di Renato Barilli; Corriere della Sera al Museo del Novecento per Warhol e alla Triennale, con anticipazioni degli eventi per l’imminente Design Week – su tutti la retrospettiva dedicata a Gae Aulenti.

Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.