• Guardini fra l’altro è uno studioso di Holderlin, et tout se tient

  • Laura Chiesa

    Papa Francesco ha detto di preferire la Crocifissione Bianca di Chagall, per i suoi toni sereni, travisando completamente il significato del quadro. In questa raffigurazione, tutt’altro che serena, Gesu indossa un panno ebraico, una variante di quello normalmente usato per la preghiera. Ai suoi piedi, un candelabro ebraico, la Menorah. A destra, una sinagoga in fiamme. Tutto intorno, gli ebrei perseguitati e uno squadrone di soldati nazisti. C’e’ molto simbolismo che il Papa sembra non avere colto. Naturalmente Marc Chagall era ebreo, un genio. IL mondo cristiano non smette di mostrare una diffusa ignoranza della religione ebraica da cui è derivato.

    • Davide

      Beh dubito che gli siano sfuggiti i simboli, direi piuttosto che il Papa ama quel Cristo sereno proprio perché Lo ritiene una risposta di speranza per tutto il dolore del popolo ebraico.