Scommettiamo sull’arte. Anche per intercettare il turismo. L’esempio arriva dalla Liguria, da Andora: che inaugura il suo nuovo Centro di Cultura Contemporanea

Forse, se l’informazione ci fosse giunta in tempo, la cosa avrebbe meritato di essere inserita nel nostro carnet delle cose da seguire per il 2013: magari non per i valori assoluti che contiene, ma certamente per l’eccezionalità di un nuovo Centro di Cultura Contemporanea che si inaugura in questo inizio 2013, in un contesto di […]

Palazzo Tagliaferro, ad Andora

Forse, se l’informazione ci fosse giunta in tempo, la cosa avrebbe meritato di essere inserita nel nostro carnet delle cose da seguire per il 2013: magari non per i valori assoluti che contiene, ma certamente per l’eccezionalità di un nuovo Centro di Cultura Contemporanea che si inaugura in questo inizio 2013, in un contesto di lacrime e sangue causa crisi che non accenna a migliorare. Siamo ad Andora, provincia di Savona: è qui che si apre Contemporary Culture Center di Palazzo Tagliaferro, “un laboratorio creativo destinato ad ospitare eventi con artisti nazionali ed internazionali, concerti ed incontri culturali”.
Il centro sarà dedicato principalmente all’arte contemporanea: con una galleria civica dove verranno ospitate mostre personali e collettive di artisti di fama nazionale ed internazionale, ma anche un laboratorio aperto ai cittadini, “uno spazio pubblico in cui l’artista ed il visitatore possano entrare in contatto vero e spontaneo”. Già nel corso del 2013 si prevede la realizzazione nelle sale nobili di Palazzo Tagliaferro di almeno otto manifestazioni: e qui l’evento – ci si perdoni la civetteria – coinvolge in qualche modo anche Artribune, visto che a dirigere il centro è infatti l’associazione Whitelabs nella persona di Nicola Davide Angerame, da tempo noto commentatore ed “inviato speciale” della nostra testata. “Sappiamo che nelle piccole realtà urbane – dichiara Angerame – ci sono sopite forze spirituali immense. Il turismo ad esempio, può suscitare timidezze, alzare barriere, ma porta con se meravigliose occasioni di scambi culturali”.
Debutto con la prima personale italiana in uno spazio pubblico dell’artista di fama mondiale Jane McAdam Freud, presente all’inaugurazione, che ha creato un allestimento appositamente per gli spazi di Palazzo Tagliaferro, con un corpus di opere provenienti da storiche e recenti serie di sculture, installazioni, fotografie e lavori su carta incentrate sul tema del “prendersi cura”.

Inaugurazione: sabato 5 gennaio 2013 – ore 18.00
Dal 5 gennaio al 5 marzo 2013
Palazzo Tagliaferro – Andora (Sv)
www.comune.andora.sv.it

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.