Munch si prende il record dell’opera più cara della storia? Ma il re del 2012 in asta torna Andy Warhol, che regola Picasso sul filo di lana e ricaccia i cinesi fuori dal podio

Chi è l’artista più venduto dell’anno? Al primo posto torna – un po’ a sorpresa? – Andy Warhol che, come nel 2007, riesce a scalzare il Maestro dei Maestri Pablo Picasso, dopo alcuni anni nei quali ha dovuto confrontarsi anche con i più grandi artisti cinesi, Zhang Daqian e Qi Baishi. Nel 2012 il grande […]

Andy Warhol

Chi è l’artista più venduto dell’anno? Al primo posto torna – un po’ a sorpresa? – Andy Warhol che, come nel 2007, riesce a scalzare il Maestro dei Maestri Pablo Picasso, dopo alcuni anni nei quali ha dovuto confrontarsi anche con i più grandi artisti cinesi, Zhang Daqian e Qi Baishi. Nel 2012 il grande artista Pop ha totalizzato in asta la bellezza di 380.3 milioni di dollari. Ma non solo, gli artisti cinesi che hanno dominato la classifica da tre anni a questa parte, sono stati cacciati dal podio, con Zhang Daqian – re della classifica del 2011 – relegato al quarto posto. Il suo totale, infatti, è sceso dai $782.4 milioni del 2011 ai $241.6 milioni di quest’anno.
La tripletta riflette come l’arte occidentale sia tornata alla ribalta: al secondo posto ritroviamo appunto Picasso, con $366 milioni, mentre il terzo posto è per Gerhard Richter con $298.9 milioni, l’artista vivente più costoso al mondo. Un testa a testa longevo quello tra Warhol e Picasso, il primo nato nel 1928, il secondo nel 1881: complessivamente nella loro storia all’incanto hanno realizzato rispettivamente $2.9 miliardi e $5 miliardi. Quest’anno Picasso ha perso un altro podio: quello dell’opera più costosa mai venduta in asta. L’Urlo di Edvard Munch e i suoi $119.9 milioni ha battuto i $106.5 milioni di Nude, Green Leaves and Bust di Picasso, record battuto nel 2010.

– Martina Gambillara

CONDIVIDI
Martina Gambillara
Martina Gambillara (Padova, 1984), laureata in Economia e Gestione dell'Arte, si è interessata fin dai primi anni dell'università al rapporto tra arte e mercato, culminato nella tesi Specialistica in cui ha indagato il fenomeno della speculazione nel mercato dell'arte cinese dell'ultimo decennio. Per passione personale si è costantemente dedicata all'osservazione dei risultati d'asta soprattutto del segmento di Arte Contemporanea, estrapolandone i trend e la correlazione con i mercati finanziari. In seguito il suo interesse si è spostato verso i mercati emergenti, da quello cinese scelto per la sua tesi, a quello sud-asiatico e mediorientale. Ha lavorato per gallerie, case d'asta e dal 2011 fa parte dello staff editoriale di Artribune.
  • Tiziana Iannello

    Warhol il più quotato e scalza Picasso? Com’è vero che la gente non capisce proprio niente!

    • ilaria

      per fortuna che ne capisci tanto tu! soprattutto di mercato!