Collezionisti asiatici a caccia di capolavori occidentali. Ad Hong Kong Auguste Rodin triplica la stima a oltre 8 milioni di dollari

Un debutto davvero col botto. La casa d’aste Tiancheng International Auctioneer Limited inizia la sua attività ad Hong Kong portando in Asia un capolavoro dell’Arte Moderna Occidentale, la Testa Monumentale di Pierre de Wissant di Auguste Rodin. Ed è subito un trionfo: opera venduta – dopo un’accesa contesa – ad un collezionista privato asiatico a […]

Auguste Rodin - Testa Monumentale di Pierre de Wissant

Un debutto davvero col botto. La casa d’aste Tiancheng International Auctioneer Limited inizia la sua attività ad Hong Kong portando in Asia un capolavoro dell’Arte Moderna Occidentale, la Testa Monumentale di Pierre de Wissant di Auguste Rodin. Ed è subito un trionfo: opera venduta – dopo un’accesa contesa – ad un collezionista privato asiatico a 8.3 milioni di dollari, il triplo della stima minima.
La testa monumentale rappresenta un ingrandimento di una delle figure dal famoso Monumento di Rodin ai Borghesi di Calais, una delle più importanti opere pubbliche del XIX secolo, che ritrae sei borghesi di Calais – tra cui Pierre de Wissant – che si sono sacrificati per salvare le loro terre durante l’invasione inglese nel 1347. La testa, alta 82 cm, è stata esposta per anni all’aperto a Berlino a partire dal 1909, assumendo nuove sfumature naturali.
Unico artista non asiatico, Rodin è stato inserito in una vendita che comprendeva arte Antica, Moderna e Contemporanea Asiatica; più della metà del catalogo comprendeva preziosissimi gioielli, una vera e propria sfilata di lussuosi status symbol per i neoricchi dagli occhi a mandorla…

– Martina Gambillara

CONDIVIDI
Martina Gambillara
Martina Gambillara (Padova, 1984), laureata in Economia e Gestione dell'Arte, si è interessata fin dai primi anni dell'università al rapporto tra arte e mercato, culminato nella tesi Specialistica in cui ha indagato il fenomeno della speculazione nel mercato dell'arte cinese dell'ultimo decennio. Per passione personale si è costantemente dedicata all'osservazione dei risultati d'asta soprattutto del segmento di Arte Contemporanea, estrapolandone i trend e la correlazione con i mercati finanziari. In seguito il suo interesse si è spostato verso i mercati emergenti, da quello cinese scelto per la sua tesi, a quello sud-asiatico e mediorientale. Ha lavorato per gallerie, case d'asta e dal 2011 fa parte dello staff editoriale di Artribune.