Niente, non ce la facciamo a tenerla nascosta. Sappiamo che la cover di Artribune Magazine vi piacerà, diteci solo quanto…

Presi in mezzo da due pulsioni. Da una parte la necessità di tendervi qualche sorpresa, quando, ben presto, prenderete tra le vostre manine la versione cartacea di Artribune. Dall’altra la tentazione di offrirvi delle anticipazioni per farvi partecipi dei laboriosisssimi lavori in corso che ci tengono curvi sui nostri ordinatori quelle ventisei\ventisette ore al giorno. […]

Presi in mezzo da due pulsioni. Da una parte la necessità di tendervi qualche sorpresa, quando, ben presto, prenderete tra le vostre manine la versione cartacea di Artribune. Dall’altra la tentazione di offrirvi delle anticipazioni per farvi partecipi dei laboriosisssimi lavori in corso che ci tengono curvi sui nostri ordinatori quelle ventisei\ventisette ore al giorno.
Beh, cosa abbiamo fatto? Lo vedete qui sopra: abbiamo ceduto alla tentazione. Le copertine viste, approvate, rilasciate e venute fuori anche e soprattutto grazie alle vostre indicazioni (via commenti e via e-mail) avranno lo stile, gli ingombri e l’impostazione di queste due bozze qui sopra.
Non è il tempo di dire “cambiate qui” o “limate la”. La versione è definitiva: dovete solo votarne il livello di beltade. Voti disponibili dal 6 al 10+. Insufficienze sarebbero fatali per il morale della ciurma, qui.

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • ch.rindler

    8 considerato anche l’impegno che state profondendo.

  • Cecilia Leucci

    7 và.. :)

  • hm

    0

  • hm

    dai il logo sulla destra non si può vedere, già non si può vedere di suo .

  • F.

    8, classica ed elegante

  • mari

    Mi piace. Soprattutto la versione “rosa” (a schermo la vedo così).

    • Redazione

      Diciamo che la parte che non è foto\immagine prenderà un po’ la dominante dell’immagine stessa. Dunque ogni colore cambierà completamente sfondo.

      Avete visto i tre strilli in alto, i quattro in basso… Il logo a destra. Insomma non è venuta male su!!!

  • Diego

    6

  • anna

    7,5

  • SID

    L’espressione della faccia a destra esprime al meglio l’effetto che fa…. Ok l’impegno, ok la buona volontà, ma se questo è tutto quello che lo staff creativo di una rivista di ARTE CONTEMPORANEA del TERZO MILLENNIO può azzardare (e soprattutto come “fuga del meglio” da Ex.), direi che è la prima grossa delusione che ci date. La richiesta del 6 politico poi, ragazzi, è patetica.
    Un bel 2 di incoraggiamento, a non “osare” altrettanto all’interno. E la ciurma di corsa a farsi una bella doccia fredda rinvigorente.

  • Massimo

    entrambe suggestive. difficile scegliere voto 8

  • Massimo

    dimenticavo che la rosa rimanda nel disegno a un qualcosa d’Antan.

  • beatrice

    no, decisamente non mi piace, scusate!

  • Massimo

    proviamo a chiarire il cosa non ci piace. lo sappiamo tutti che dare un puro giudizio di gusto non ci troverà d’accordo.

  • 7,5 poteva esser 9 (10 è la perfezione e… la perfezione non è di questo mondo!) …ma il titolo a destra la fa sembrare uno di quei ragazzini che si mettono il berretto con la visiera su un orecchio per sembrare “originali”

  • Guido Cabib

    No

  • vinz

    io la trovo perfetta, 9.
    E’ elegante, diretta e moderna. un salto di qualita rispetto ad Exi…ooops!
    bravi.

  • Nicola Nuti

    Direi che non attira… Sembra una copertina di 50 anni fa! I testi contenuti nella rivista, molto dinamici e “easy” contrastano molto con la veste della rivista. Mentre, avendovi conosciuto on line, ho trovato la pubblicazione interessante, se l’avessi vista in edicola, non avrei avuto voglia di comprarla: “Ecco un’imitazione del trombonesco Giornale dell’arte”, avrei pensato.
    Perciò il voto è 6 meno meno.

  • scusate ma penso stiate scherzando, innanzitutto non potete chiederci di apprezzare cio’ dove c’e’ poco da apprezzare, dite che e’ gia’ deciso cosi’ dopo tanto vagliare e valutare ma se questo e’ il risultato immagino quello che avete scartato…

    “se ne e’ andato il meglio da exibhart…” avete sostenuto ma i grafici li avete forse lasciati la’….

    volete essere un faro nella notte dell’arte contemporanea ma se questo e’ l’esterno immaginiamoci dentro

    arte contemporanea non giornaletto del cinema parrocchiale….mi spiace stroncarvi ma sinceramente non mi aspettavo una cosa cosi’ triste….

  • Va bene il logo gotico, in verità, un pò funereo, ma per favore cercate di rendere la copertina più accattivante e dinamica. Per esempio nel riquadro dell’immagine e nel contrasto dei colori.

  • nico lioce

    mi piace quella a destra, non per il colore, ma per l’immagine di copertina, il nome della testata lo metterei al centro e il fondo bianco come fosse un quotidiano… classico per classico… voto 6,5

  • Arnaldo Romani Brizzi

    Mi ricorda, sarà solo un fatto di “atmosfera” ma così ve lo dichiaro, una copertina di Flash Art dei tempi di mezzo. E questo anche a dispetto della scelta grafica di sapore vagamente nazista (e, certo, con la voga di Casa Pound che gira e il fasciocomunismo dell’ultimo Premio Strega…). Forse oggi è necessario essere più vigili. Nessun voto.

  • John Titor

    FIGHT THE FUTURE

  • helga

    classica e stilosa insieme. è bellissima!

  • geography

    mi piace . 8
    e se non piace alle masse vuol dire che avete preso in centro

  • caro geography,
    ti assicuro che io non faccio parte della massa, anzi sono l’esatto contrario.
    non ti dico che lavoro faccio, che hobby coltivo e tutta una serie di altri dati che ti farebbero capire che sono moooolto lontano dal gregge, ma te lo assicuro

    parla per te

  • mauro scardova

    Sono purtroppo in accordo con tanti, ma il logo alla destra proprio no,
    Un po scialbo e semplice come impaginazione nei rapporti immagine, ve ne sono di maggiore effetto, e le due fasce rosa,preferibile la tradizionale inquadratura con un po di margine sul lato sx non guasta.
    Certo che non dedicate la cura all’impaginazione come bang art.
    Comunque auguri se potranno esservi utili vedremo il contenuto.
    Voto 6-