Un diamante è per sempre (e da sempre)

A Milano Rossana Ciocca presenta un progetto concettuale dell’artista giapponese Kensuke Koike. Un lavoro multimediale, multidisciplinare e dalle molteplici tecniche. Il tema? Le sfaccettature dell’immaginario legato alla pietra più desiderata del mondo. Fino al 30 marzo.

Kensuke Koike, Wish V, 2012, courtesy Ciocca arte Contemporanea, Milano

Il diamante ha molte facce. Può essere prodotto geologico di collisioni d’asteroidi o di carbone e subduzione. Pegno d’amore, pietra del desiderio nelle trappole ottiche delle grandi fabbriche sinergiche di desiderio di Hollywood e dell’industria del lusso. Figura del potere dentro corone e scettri o plusvalore dello sfruttamento di forza lavoro e guerre. Simbolo della pietra filosofale e delle ricerche neoplatoniche, tra matematica e metafisica.
L’affascinante progetto di Kensuke Koike (Nagoya, 1980; vive a Nova Gorica) esplora ogni possibilità del diamante con un blog che ne segue la genesi e negli interventi sugli spazi della galleria di Rossana Ciocca. Un percorso alchemico dalla materia prima, fotografie risemantizzate via cut-up, per la fornace, Broken Heart, una lampadina su diamante di carbone, fino alla perfezione di un tetraedro di vetri e specchi a base numerica 3 e 7.
Koike gioca con la semantica, con i segni dati, per farne esplodere tutto il senso inatteso.

Alessandro Ronchi

Milano // fino al 30 marzo 2013
Kensuke Koike – Wish
ROSSANA CIOCCA
Via Lecco 15
345 9059834
[email protected]
www.rossanaciocca.it

CONDIVIDI
Alessandro Ronchi
Alessandro Ronchi (Monza, 1982) è critico d’arte e giornalista culturale. Si interessa specialmente di arte dalle origini alla contemporaneità, iconografia, cinema, letteratura, musica e pop culture. Ha diretto il mensile Leitmotiv e collabora con testate giornalistiche, website e gallerie. Tiene corsi di cinema e cultura visiva presso istituti scolastici. Fa parte dello staff redazionale di Artribune dalla fondazione nel 2011.
  • Pia

    e quindi?

  • mrsgrace

    Un lavoro accuratissimo…

  • diego

    Dal sito pare un lavoro molto interessante. Mi ricorda anche un po’ questo progetto di anni fa di Harm van den Dorpel:

    http://www.etherealself.com/

  • Angelov

    Se un diamante è per sempre, la stroncatura di un critico non lo è, ammesso che tu sia di gomma e sappia rimbalzare in modo adeguato.

  • Django

    Piccolo plagio di Diango Hernandez, Diamonds and stones: my education.

    Famoso remainders che si trova in ogni Libraccio del paese…

    http://www.federicoluger.com/diango-hernandez-works/diango-hernandez-diamonds-and-stones.html

  • Django2

    Cacchio c’entra l’ottimo progetto di diango hernandez…. è come dire che chiunque faccia nature morte è un plagio di Morandi e chiunque faccia piazze è un plagio di De Chirico