Schmidberger & VanDerBeek: niente è come sembra

La Brand New Gallery di Milano presenta, fino al 1° giugno, gli ultimi lavori di Christoph Schmidberger e Johannes VanDerBeek. Una doppia personale in cui si affronta il tema della restituzione della realtà: psicologica e fisica. Perché niente è come appare.

Christoph Schmidberger - Wars and Rumors of Wars - 2010

A uno sguardo distratto, il mondo raffigurato in The Beginning Of The End di Christoph Schmidberger (Eisenerz, 1974; vive a Los Angeles) sembra scontato. Ma un osservatore attento non può non provare un senso di disagio davanti a personaggi che sembrano offrirsi in tutta la loro realtà, ma che invece rivelano un gelido disinteresse nei confronti di chi li guarda. Una sensazione esaltata dai disegni che, grazie a una tecnica sapiente, nascondono con un velo il loro centro profondo.

Lavora invece con grande energia Johannes VanDerBeek (Baltimora, 1982) in Thunder, Ground, Sky, titolo che allude a elementi naturali che prendono forma all’interno della galleria – mediante l’utilizzo di materiali diversi come legno, mattone e metallo – in una stretta e feconda unione di pittura e scultura.

Arianna Beretta

Milano // fino al 1° giugno 2011
Christoph Schmidberger / Johannes VanDerBeek

www.brandnew-gallery.com

CONDIVIDI