Roberto Catucci – Come rugiada sulla tela del ragno

Milano - 30/06/2011 : 30/07/2011

Come le neuro-scienze cercano di comprendere, svelare funzioni e reazioni sconosciute, il mio lavoro cerca di esplorare, scandagliare i canali del pensiero, aspetti della psiche, sul senso dell'esistenza e la sua precarietà. Roberto Catucci

Informazioni

  • Luogo: UNO+UNO
  • Indirizzo: Via Ausonio 18 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 30/06/2011 - al 30/07/2011
  • Vernissage: 30/06/2011 ore 19
  • Autori: Roberto Catucci
  • Curatori: Marco Tagliafierro
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

-L'opera è un cristallo, ma ogni cristallo si muove sotto lo sguardo che esso suscita. Questo movimento non è altro che quello di una scissione sempre riprodotta, la danza del cristallo in cui ogni faccia contrasta ineluttabilmente con l'altra.

Georges Didi-Huberman , Il gioco delle evidenze, 2008.



Osservare la natura, indagarne le strutture sulle quali si regge e si evolve, sentirne il battito, i meccanismi, le reazioni chimico-fisiche, le variabili che innesca; essa è fonte inesauribile di ricerca, riflessione, meditazione, ispirazione

Complessità di un sistema che appare semplice, scontato, superato, ma che svela continuamente cose ed emozioni inaspettate. Un sapere che tanto va avanti quanto arretra rispetto alla conoscenza dei popoli dell'antichità, ove il rapporto con la natura era più intimo, si avvertivano le forze misteriose che governano i ritmi del mondo. Spesso quel che vediamo non è ciò che vediamo, davanti a noi, sopra noi, intorno a noi accade altro.

L'uomo ha raggiunto una conoscenza scientifica rispetto ai complessi meccanismi che lo regolano, rimangono comunque aspetti ancora sconosciuti in quel contenitore chiamato cervello. Come le neuro-scienze cercano di comprendere, svelare funzioni e reazioni sconosciute, il mio lavoro cerca di esplorare, scandagliare i canali del pensiero, aspetti della psiche, sul senso dell'esistenza e la sua precarietà.



Roberto Catucci