ren.con.tre – Bianco-Valente / Caterina Sinigaglia

Bologna - 28/01/2016 : 28/01/2016

Il terzo incontro del seminario ren.con.tre è dedicato alla presentazione del libro "Il libro delle parole", monografia dedicata al lavoro del duo artistico Bianco-Valente scritta da Caterina Sinigaglia, con la quale affronta le varie fasi evolutive del lavoro e le diverse sperimentazioni affrontate dai due artisti nel tempo.

Informazioni

Comunicato stampa

Incontro con
Bianco-Valente e Caterina Sinigaglia


Seminario ren.con.tre Christiane Löhr; Paolo Icaro; Bianco-Valente/Caterina Sinigaglia; Silvia Lucchesi/Francesca Giulia Tavanti

A cura di Lelio Aiello in collaborazione con Giovanni Mundula.
Il terzo incontro del seminario ren.con.tre di giovedì 28 gennaio, alle ore 15, è dedicato alla presentazione del libro "Il libro delle parole", monografia dedicata al lavoro del duo artistico Bianco-Valente scritta da Caterina Sinigaglia, con la quale affronta le varie fasi evolutive del lavoro e le diverse sperimentazioni affrontate dai due artisti nel tempo



Giovanna Bianco (Latronico, 1962) e Pino Valente (Napoli, 1967) vivono a Napoli, dove si sono incontrati nel 1993. La loro collaborazione artistica inizia indagando dal punto di vista scientifico e filosofico la dualità corpo-mente. A questi studi, nel tempo, è seguita una evoluzione progettuale che mira a rendere visibili i nessi interpersonali. Le opere di Bianco-Valente scaturiscono da un pensiero omogeneo, frutto di un dialogo continuo e di uno scambio ininterrotto di idee fra i due. Da questo pensiero al contempo duplice e unitario emergono nuclei tematici ricorrenti, che spesso è possibile rinvenire in una stessa opera e che non di rado vengono esplicitati solo a posteriori, osservando retrospettivamente le singole opere prodotte e analizzandone i tratti comuni.Tra le opere realizzate ricordiamo Tu sei qui, ideata per il cortile di Palazzo Strozzi a Firenze nel 2014, Convergenza evolutiva, allestita in occasione della mostra inaugurale del Museo Maxxi di Roma nel 2010, Relational, esposta nel 2009 nel cortile interno del Museo Madre e i progetti di arte partecipativa Come il vento, sviluppato a Bsharri, una comunità cristiano-maronita del nord del Libano nel 2014, Attraverso le parole realizzato durante un mese di residenza a Marrakech in Marocco, Cosa Manca, ideato per Front of Art nel 2014 a Roccagloriosa (Cilento) e Constellation of me, sviluppato a New York presso The Kitchen per l'ISP 2014 del Whitney Museum. (http://www.bianco-valente.com/)

Caterina Sinigaglia (Teramo, 1988) dopo gli studi classici si è laureata in Lettere Moderne e successivamente in Arti Visive all’Università di Bologna, dove tutt'ora vive e frequenta la Scuola di Specializzazione in Beni Storico Artistici. E’ corrispondente per la rivista e portale web Artribune e per il portale web Arshake.