Opentour 2017

Bologna - 19/06/2017 : 24/06/2017

Mostre, spettacoli, performance: torna la settimana di festa dell’arte con 60 eventi.

Informazioni

  • Luogo: TEATRO COMUNALE
  • Indirizzo: Largo Respighi, 1 40126 - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 19/06/2017 - al 24/06/2017
  • Vernissage: 19/06/2017 ore 19
  • Generi: serata – evento

Comunicato stampa

Un’apertura sotto il segno della “Folìa” in arte, letteratura e musica al Teatro Comunale. Uno spettacolo di danza in collaborazione con Fabrizio Favale – Le Supplici. Il teatro di Chiara Guidi della Societas Raffaello Sanzio che, con gli studenti dell’Accademia, indaga i drammi della storia contemporanea. Film, video, mostre “off” che dialogano con gli spazi e le opere di MAMbo, Museo Morandi, Istituto Parri, Università. Visite guidate e percorsi multimediali in Pinacoteca

Una “Notte delle gallerie”, giovedì 22 giugno in collaborazione con Confcommercio Ascom, che vedrà i lavori degli studenti uscire dalle aule e proporsi al pubblico negli spazi espositivi bolognesi. Una serata di Art Fest aperta a tutti in Accademia, venerdì 23 giugno, con altre mostre, eventi teatrali, performance: dalla pittura alla scultura, dalla fotografia al design, dalla moda al fumetto, dalla grafica alle produzioni cine-video. E un gran finale, sabato 24 giugno, sempre in Accademia sotto il segno di Shakespeare. Tutto questo e altro ancora accadrà durante Opentour 2017: per la terza volta, dopo il successo delle precedenti edizioni, l’Accademia di Belle Arti di Bologna torna a invitare la città a una vera e propria festa dell’arte lunga una settimana, con più di 60 appuntamenti dal 19 al 24 giugno, nella sede di via Belle Arti 54 e in giro per gli spazi cittadini. Tutti gli eventi sono a ingresso libero.

Quest’anno poi, in occasione di Opentour, debutta un’altra importante novità. L’Accademia apre virtualmente le porte a visitatori di tutto il mondo, in collaborazione con Google Arts & Culture, mettendo online oltre 170 opere e quadri della sua storica collezione, che d’ora in poi sarà accessibile a tutti con pochi click.

Con l’appuntamento di Opentour alla fine dell’anno di lezioni l’Accademia, laboratorio di antichi e nuovi saperi, fa il punto sui progetti didattici realizzati nel corso del 2016/17, apre le porte alla città e offre al pubblico l’occasione di scoprire i risultati dell’attività creativa di studenti e docenti. Con una proposta che non si limita alle aule, ma “invade” numerose altre sedi cittadine, in collaborazione con realtà ed istituzioni pubbliche e private: Istituzione Bologna Musei, Ascom, Pinacoteca nazionale, Università, Teatro Comunale, Istituto Parri.

OPENTOUR 2017: IN PRIMO PIANO

Lunedì 19 giugno, ore 19, Foyer del Comunale
FOLÌA: CAPITOLO NONO. Inaugurazione Opentour con recital tra arte, letteratura e musica nel Foyer del Teatro Comunale.

Martedì 20 giugno, ore 11, Aula Magna
L’ACCADEMIA DIVENTA MUSEO VIRTUALE SU GOOGLE. Presentazione del progetto di esposizione online del patrimonio storico-artistico su Google Arts & Culture.
(vedi comunicato a parte).

Mercoledì 21 giugno, ore 21, Teatro dell’Accademia
CANONE DELLA FORESTA FORTEZZA. Spettacolo di danza in collaborazione con la compagnia Fabrizio Favale – Le Supplici.

Giovedì 22 giugno, ore 16-24, in giro per Bologna
LA NOTTE DELLE GALLERIE. Inaugurazione di mostre degli studenti di pittura, scultura, fotografia, fumetto, arti visive in diversi spazi cittadini che resteranno poi aperti anche di sera (vedi comunicato a parte. Di seguito nel calendario l’elenco completo e gli orari).

Venerdì 23 giugno, ore 19-24 in Accademia
OPENTOUR ART FEST. L’Accademia apre le sue aule alla città: serata non-stop a ingresso libero per visitare le mostre dei lavori degli studenti e assistere a spettacoli e performance.

Sabato 24 giugno, ore 18 e in replica alle ore 20 e ore 22, Aula Magna
GOLA. Spettacolo teatrale a cura di Chiara Guidi, con gli studenti di Comunicazione e Didattica dell’arte e Arti visive dell’Accademia. (vedi comunicato a parte).


OPENTOUR 2017: CALENDARIO COMPLETO

LUNEDÌ 19 GIUGNO 2017

Ore 19, Foyer del Teatro Comunale, piazza Verdi

FOLÌA: CAPITOLO NONO. Opentour 2017 inaugura con un recital tra arte, letteratura e musica sul tema della follia, a conclusione del progetto realizzato dagli studenti dei corsi di Didattica dell’arte, Design grafico, Scenografia del melodramma dell’Accademia di Belle Arti in collaborazione con il Teatro Comunale di Bologna. Marco Ferri (violino) e Francesco Parazzoli (violoncello) eseguiranno la Sonata in Re min. op.5 n.12 La Folia di Arcangelo Corelli. Interviene il maestro Valentino Corvino. Letture degli allievi attori della Scuola teatro di Bologna Galante Garrone.

MARTEDÌ 20 GIUGNO 2017

Ore 11, Aula Magna dell’Accademia, via Belle Arti 54

COLLEZIONI IN DIGITALE. L’Accademia di Belle Arti di Bologna diventa museo virtuale e mette in mostra online il patrimonio storico della quadreria, in collaborazione con Google Arts & Culture. Presentazione del progetto.

Ore 16.30, MaMBo / Museo Morandi, via don Minzoni 14

ESERCIZI DI STILE. Esposizione di video realizzati dagli studenti di Comunicazione e Didattica dell’arte per conoscere e interpretare i processi creativi delle opere della collezione permanente del MaMBo e del Museo Morandi.

Ore 17.30, Corraini MaMBo Art Bookshop, via don Minzoni 14

WELCOME TO UTOPIA. Un’esposizione di piccoli libri d’artista realizzati dagli studenti di Graphic design.

MERCOLEDÌ 21 GIUGNO 2017

Ore 16, Orto Botanico, via Irnerio 42

DEL DISCORSO NATURALE: ANTICHI E NUOVI SAPERI. Visita guidata all’Orto Botanico ed Erbario e alla mostra di lavori degli studenti. Performance “en plein art” e introduzione alla musica delle piante.

Ore 21, Teatro dell’Accademia, via Belle Arti 54

CANONE DELLA FORESTA FORTEZZA. Seguendo le indicazioni coreografiche della compagnia Fabrizio Favale – Le Supplici, gli studenti dell’Accademia con i docenti hanno realizzato uno spettacolo a partire da un immaginario legato al mondo arcaico, magico e fiabesco dei boschi alpestri. Questo lavoro è il risultato del progetto “Il corpo umano in movimento”.


GIOVEDÌ 22 GIUGNO 2017
LA NOTTE DELLE GALLERIE

Ore 16-24: Mostre dei lavori degli studenti dell’Accademia in 16 spazi espositivi di Bologna, tra i quali nove gallerie d’arte aderenti a Confcommercio Ascom, in seguito ad una convenzione-accordo di collaborazione tra l’Associazione bolognese dei commercianti e l’Accademia.
Ecco le sedi e l’elenco delle mostre.

Giovedì 22 giugno, ore 16:

Art Forum Contemporary, via dei Bersaglieri 5
(S)CAMBIO (fotografia, video, installazioni, performance).

Galleria Di Paolo Arte, galleria Falcone e Borsellino 4 a/b
ASTRATTO / POLICROMO (grafica d'arte, stampe a colori).

Galleria Enrico Astuni, via Jacopo Barozzi 3
APRÉS COUP (fotografia); SCULTURE (arte e ambiente).

Galleria Forni, via Farini 26
BERT. DAL BALCONE DEL CIELO (pittura).

Galleria L’Ariete artecontemporanea, via D'Azeglio 42
IL TEMPO INEVITABILE (disegno, video).

Galleria P420, via Azzo Gardino 9
TIRARSI FUORI (arti visive).

Gallleriapiù, via del Porto 48 a/b
THROUGH (arti visive, video).

Galleria Stefano Forni, piazza Cavour 2
VISIONI A CONFRONTO (grafica d'arte).

LocaleDue, via Azzo Gardino 12/c
LIVE & TAPED VIDEO (video, performance).

Otto Gallery, via D'Azeglio 55
SECONDO LIVELLO 2016/2017 (arti visive).

Car Drde, via Azzo Gardino 14/a
POINTS SHOP NOW CUSTOMIZE (arti visive).

Labs Gallery, via Santo Stefano 38
INCIDENZE SPAZIALI (video).

Giovedì 22 giugno, ore 17:

Galleria Lavì City, via Sant'Apollonia 19/A
“Vacanzine” (fumetto e illustrazione)

Giovedì 22 giugno, ore 18:

Istituto storico Parri, via Sant'Isaia 20
LE DIFFERENZE (video, installazioni, sculture, fotografie intorno al concetto di accumulo, assemblaggio, archivio. Serata performativa).

Adiacenze, vicolo Spirito Santo 1
ASSEDIO SPAGHETTO (linguaggi del fumetto).

Fermento, via Serra 11/C
A THERAN LULLABY (linguaggi del fumetto).

Giovedì 22 giugno, ore 21, in replica alle ore 22:

Galleria Enrico Astuni, via Jacopo Barozzi 3
ONE MINIMAL GEOMETRY Geometria, minimalismo e architettura nelle collezioni di Ilenia Pellegrino, Sogol Yousefi e Xuewei Zhao, neolaureate del corso di Fashion Design dell’Accademia di Belle Arti di Bologna. Tre giovani designer dai background differenti - Italia, Iran e Cina - trovano un comune denominatore nella raffinatezza del segno minimale e della linea geometrica (performance/sfilata/video).

VENERDÌ 23 GIUGNO 2017
OPENTOUR ART FEST: UNA NON-STOP IN PINACOTECA E IN ACCADEMIA


A partire dalle ore 16: Pinacoteca Nazionale, via Belle Arti 56
(ingresso: 6 euro intero, 3 euro ridotto)
La Pinacoteca Nazionale accoglie le opere e i progetti di didattica interattiva degli studenti dell’Accademia nelle sue sale espositive. Info: www.pinacoteca.beniculturali.it/index.php/informazioni/orari-e-biglietti.html
Ore 16-18.30: IL PAESAGGIO RACCONTA. Percorso interattivo con e-book realizzato dagli studenti di Didattica e Comunicazione dell’arte.
Ore 16.30 e ore 18: IL PAESAGGIO RACCONTA. Visite guidate a cura degli studenti di Didattica e Comunicazione dell’arte. Max 25 persone fino ad esaurimento dei posti.

Ore 17, Salone degli Incamminati

PLAYING SCENIC (arti visive). La mostra è il risultato di un workshop degli studenti con l’artista Paolo Chiasera sulla decostruzione dell’immagine contemporanea attraverso i mezzi del disegno e della pittura.

Ore 17, Sala Clementina

PREMIO MORANDI (grafica d’arte). Mostra di opere di trenta studenti che prosegue la tradizione del biennale Premio Morandi, nato nel 1985. La grande tradizione dell’incisione si confronta con la sperimentazione continua di nuove possibilità poetiche.

Ore 19-24, Accademia di Belle Arti, Via Belle Arti 54

OPENTOUR ART FEST. L’Accademia apre le sue aule alla città: nel corso di una serata non-stop a ingresso libero, il pubblico potrà visitare le mostre dei lavori degli studenti e assistere a spettacoli e performance.
A partire dalle ore 19, mostre a ingresso libero:
Linguaggi del cinema e dell’audiovisivo, decorazione, pittura, scultura, illustrazione per l’editoria, grafica d’arte, design grafico, design del prodotto, fumetto, fotografia.
Negli spazi: Ala storica, Ala Collamarini, Ala ex Liceo, Livelli sotterranei.

Ore 20, Spazi espositivi sotterranei

SWITCHIN’ RHYTHM 0. Un tributo scenico alla celebre performance di Marina Abramovic del 1970 di Maria Sofia Biccari.
Ore 21, Teatro dell’Accademia

L’EDUCAZIONE EUROPEA. Spettacolo teatrale liberamente ispirato all’omonimo romanzo di Romain Gary. Dopo l'allestimento l'anno scorso del Congresso degli uccelli, è il secondo momento di un progetto triennale di avvicinamento degli studenti del corso di Scenografia alla drammaturgia dello spazio, intesa come ricerca in campo scenografico da sviluppare sulla base dell'esperienza diretta.

SABATO 24 GIUGNO 2017

In Pinacoteca
Dalle ore 16 alle ore 18.30, via Belle Arti 56
(ingresso 6 euro intero, 3 euro ridotto)
IL PAESAGGIO RACCONTA. Percorso interattivo con e-book realizzato dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna.

Ore 16.30 e ore 18
IL PAESAGGIO RACCONTA. Due visite guidate a cura degli studenti dell’Accademia presentano un articolato percorso tra le opere della Pinacoteca sul tema del paesaggio. Un'occasione per rivolgere un “nuovo sguardo” ai capolavori di Francesco Francia, Guido Reni, Domenichino, Donato Creti e altri ancora. Massimo 25 persone fino ad esaurimento dei posti.

In Accademia
Ore 18, in replica alle ore 20 e alle ore 22, Aula Magna, via Belle Arti 54

GOLA. Spettacolo teatrale a cura di Chiara Guidi, con gli studenti di Comunicazione e Didattica dell’arte e Arti visive. In “Gola” si intrecciano diversi nuclei tematici e narrativi, tra i quali la novella Angoscia di Cechov e la testimonianza di Ewa Klonowski, antropologa forense che per molto tempo ha lavorato in Bosnia per ricomporre e nominare i resti di migliaia di vittime senza nome della guerra, ritrovate nelle fosse comuni. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Ore 23, Cortile del Terribilia, via Belle Arti 54

SHAKESPEARE NOSTRO CONTEMPORANEO. Una performance teatrale realizzata dagli studenti di scenografia, ispirata alle opere di William Shakespeare con letture, musica e proiezioni di videomapping nel cortile storico dell’Accademia.