Mes amis les peintres philosophes

Milano - 23/06/2011 : 02/07/2011

Lavori di piccolo formato, disegni e alcuni multipli compongono questa collezione d'artista (anonimo), costruita negli anni, ove opere acquistate si sommano ad opere donate, o ricevute in «baratto», di artisti famosi o neno noti, che hanno operato complessivamente dagli inizi del XX secolo ad oggi.

Informazioni

  • Luogo: ARCHIVIO RICERCA VISIVA
  • Indirizzo: Via Sandro Botticelli 8/a - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 23/06/2011 - al 02/07/2011
  • Vernissage: 23/06/2011 ore 19
  • Generi: collettiva, disegno e grafica
  • Orari: Dal 24 giugno la mostra sarà visibile solo su appuntamento. Dal mercoledì al sabato ore 15,30 - 19 .

Comunicato stampa

Joseph Beuys, Alighiero Boetti, Giuseppe Chiari, Claudio Cintoli, Gianluca Cosci, Dadamaino, Pierluigi Freisa, Lucio Fontana, Emilio Isgrò, Yves Klein, Richard Long, Urs Luthi, René Magritte, Fabio Mauri, Nino Migliori, Giancarlo Norese, Marcello Pecchioli, Chiara Pergola, Carol Rama, Mimmo Rotella, Lucio Saffaro, Emilio Tadini, Tato, Franco Vaccari, Ben Vautier, Luigi Veronesi.

Lavori di piccolo formato, disegni e alcuni multipli compongono questa collezione d’artista (anonimo), costruita negli anni, ove opere acquistate si sommano ad opere donate, o ricevute in «baratto», di artisti famosi o neno noti, che hanno operato complessivamente dagli inizi del XX secolo ad oggi

Il titolo della mostra riprende un’espressione di Charle Baudelaire, che in una lettera (datata lunedì 23 dicembre 1861, e in seguito pubblicata in Correspondance, ed. La Pléïade) scriveva tra l’altro: «Je prépare un gros travail qui s’appellera Les Peintres philosophes, Les Peintres qui pensent, ou quelque chose d'approchant». Tale definizione è un poco il filo rosso che unisce questi accostamenti.