Martino Oberto – Dedicato a Om

Genova - 19/07/2011 : 24/07/2011

Il museo di Villa Croce dedicherà una giornata in ricordo di Martino Oberto, artista ed intellettuale tra i più interessanti della scena culturale nazionale e internazionale. In mostra anche le opere di Oberto, parti delle collezioni del museo.

Informazioni

Comunicato stampa

Martedì 19 luglio alle ore 17 il museo di Villa Croce dedicherà una giornata in ricordo di Martino Oberto, artista ed intellettuale tra i più interessanti della scena culturale nazionale e internazionale.

A partire dall’immediato dopoguerra per oltre sessant’anni la ricerca di OM, sua firma-acronimo, è stata una delle più lucide ed indipendenti intrecciando ambiti che vanno dall’arte visiva al cinema, dalla filosofia e l’estetica all’indagine letteraria



Partendo da una molteplicità di stimoli e affinità - decisive l’opera di Wittgenstein e l’’incontro con Ezra Pound - Martino giungerà a mettere a punto la sua ana-philosophia e la sua elaborazione grafico-lingustica dove la scrittura è divenuta astrazione “superamento della parte meschina dell’io”, che sarà fondamentale per gli artisti verbo-visuali degli anni ’60, anche grazie alla creazione della rivista Ana etcetera.

Nella speranza che, in un prossimo futuro, una grande antologica celebri il pensiero e il lavoro di Martino Oberto, il museo ha invitato personalità dell'arte e della cultura che più di altri lo conoscevamo e lo amavano per condividerne il ricordo.
La serata si concluderà con un intervento musicale del Maestro Nevio Zanardi nello spazio “dedicato a OM”, una piccola monografica che raccoglierà le cinque opere di Martino parte delle collezioni del museo con il video “Cogito ergo zoom” del 1967 e tutti i numeri della rivista Ana Eccetera pubblicati dal 1958 al 1970.

Interverranno:
Andrea Ranieri, Assessore alla Promozione della Città e ai Progetti Culturali del Comune di Genova
Viana Conti, critico d’arte
Paolo Della Grazia, proprietario dell’Archivio di Nuova Scrittura - ANS
Sandro Ricaldone, critico d’arte
Carlo Palli, collezionista
Raffaele Perrotta, professore di Metodologia e critica dello spettacolo alla Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Genova
Lorena Giuranna, direttore del Museo della Carale di Ivrea
Sandra Solimano, direttore del Museo d’arte Contemporanea di Villa Croce fino al 2010
Nevio Zanardi, professore di violoncello e artista
Giorgio Zanchetti, professore di Storia dell’arte contemporanea di Lettere e Filosofia dell’Università di Milano

Opere in mostra:
Dimensione extra n. 1, 1953, tempera a e vernice su masonite, cm. 105x120
Spazio-scrittura, 1955, olio su tela, cm. 70x70
Ana-quello che veramente ami non ti sarà strappato (E.Pound), 1956, acrilico e grafite su carta, cm. 70x100
Pittura analitica, 1959, acrilico su tela, cm. 120x100
Masaniello sediction auct 1647, 1990, scrittura su carta, cm. 105x70
Cogito ergo zoom, 1967, video VHS