Gerry Turano – Segnomateria

Roma - 22/06/2011 : 08/07/2011

Area 10 Design è un nuovo spazio espositivo nel cuore di Roma il cui obiettivo è quello di creare sinergie fra architettura, design, arte, artigianato. In quest’ottica appare particolarmente significativa la mostra personale di Gerry Turano, artista che nelle proprie opere celebra con forza il valore simbolico dell’architettura.

Informazioni

Comunicato stampa

Area 10 Design è un nuovo spazio espositivo nel cuore di Roma il cui obiettivo è quello di creare sinergie fra architettura, design, arte, artigianato. In quest’ottica appare particolarmente significativa la mostra personale di Gerry Turano, artista che nelle proprie opere celebra con forza il valore simbolico dell’architettura.

“Segnomateria”, questo il titolo dell’esposizione curata da Lucia Collarile, presenta le creazioni più recenti dell’artista siciliano e il suo passaggio storico dal disegno alla scultura: le allegorie dell’edificazione, che da sempre popolano l’immaginario di Turano, acquisiscono maggior forza nella terza dimensione e nell’espressività dei materiali utilizzati



Bassorilievi e sculture realizzati nel corso degli anni più recenti in materiali diversi, saranno collocati su strutture di supporto create appositamente all’interno della galleria con materiali presi in prestito al mondo dell’edilizia.

In occasione del vernissage sarà presentata la monografia su Gerry Turano curata da Lucia Collarile e pubblicata da Giulio Perrone Editore nella prestigiosa nuova collana “VentiVentuno” dedicata all’arte contemporanea.

La collana VentiVentuno è nata dal desiderio della Giulio Perrone Editore di confrontarsi con il mondo dell’arte del Ventesimo e Ventunesimo secolo. L’intento è quello di creare delle pubblicazioni che si differenzino dalle classiche divulgazioni d’arte. Sono saggi ad argomento monografico, ibridi tra libro e catalogo, completi e utili per la conoscenza e lo studio di un artista o di un soggetto artistico ma anche di facile e piacevole lettura. La grafica è studiata per rendere semplice la consultazione ed è ricca di immagini che illustrano e documentano testi di carattere biografico o autobiografico (quasi dei racconti di vita), interviste, inchieste, testimonianze. Le pubblicazioni presentano inoltre una sezione con apparati scientifici, tavole delle opere e “pensieri d’autore”, ossia un’antologia critica in pillole. Un modo nuovo per leggere e vedere l’arte contemporanea, con un’attenzione particolare alla qualità degli argomenti e degli artisti ed una cura attenta che accompagna tutta la genesi dell’opera e la sua successiva divulgazione.



Gerry Turano nasce a Palermo nel 1962, trascorre l’infanzia a Ribera (Agrigento) e si trasferisce a Roma, dove oggi vive e lavora. Nel 1984 si diploma in grafica pubblicitaria e art-direction presso l’Istituto Europeo di Design ed inizia a operare nel campo della comunicazione d'impresa. Parallelamente alla professione Turano sviluppa l'attività artistica e con la cura di Aurelio Tommaso Prete realizza nel 1984 la sua prima, significativa mostra presso l’Internationale Burckhardt Akademie, di cui diventa membro. Intensifica dunque il suo impegno e realizza mostre personali in gallerie d’arte, pinacoteche, musei e sedi istituzionali, fra questi il Museo di San Francesco e il Museo di Santa Chiara di Venafro, il Museo Storico dell’Aeronautica Militare di Vigna di Valle, il Museo Gianni Caproni di Trento e il Quartier Generale della FAO e la Sala Santa Rita di Roma. Dal 2009 Turano realizza performance live di successo con musicisti ed attori teatrali. Diverse sue opere oggi arricchiscono collezioni private e pubbliche di rilievo.