Barbara Morosini

Barbara Morosini

Profile: Laureata in Conservazione dei Beni Culturali e in Teoria, tecniche e gestione delle arti e dello spettacolo, s’interessa di arte in tutte le sue manifestazioni, senza limiti di tempo e di spazio. Particolarmente interessata alla museologia e alla tematica del display, cerca d’interpretare le opere anche per mezzo del loro necessario rapporto con lo spazio espositivo. Scrivere è per lei un modo di fare ordine e riferire con fedeltà quanto il discorso espositivo intende comunicare.

Tutti gli articoli di Barbara Morosini

Prospero Fontana, Leone con quatto putti, 1551-1552, affresco strappato e collocato su tela (con telaio di alluminio), 84x208, Bologna, Pinacoteca Nazionale

Masselli, stacchi e strappi. Il trasporto di pitture murali nella storia del restauro italiano

MAR – Museo d’arte della città, Ravenna – fino al 15 giugno 2014. Una mostra ripercorre la storia e la dibattuta fortuna di una tecnica, quella del distacco, che fu prettamente italiana. Indagando il fenomeno da Pompei fino…

Commenta
Giulio Carpioni, Baccanale, 1665-1670

Intramontabile classicità. Alla Gamec di Bergamo

Gamec, Bergamo – fino al 4 maggio 2014. Si racconta la memoria dell’antico nell’immaginario contemporaneo. Un tema non nuovo, ma che continua a ispirare curatori di tutto il mondo. A Bergamo, lo svolgimento è riuscito solo a tratti….

Commenta
Cranio umano con corallo rosso, XVII sec. (?) - ©Pisa, Museo di Storia Naturale e del Territorio dell’Università di Pisa, Certosa di Calci

È del collezionista il fin la meraviglia

Gallerie d’Italia e Museo Poldi Pezzoli, Milano – fino al 2 marzo 2014. Due sedi, centoventi opere, un unico fil rouge: la trasposizione in mostra…

Commenta
Arnulf Rainer, Senza titolo, 1967, Grafite su fotografia in b/n - Collezione Elio Grazioli

Non restare chiuso qui. Elio Grazioli, l’arte e la follia

Ha inaugurato sabato scorso, presso la Porta Sant’Agostino di Bergamo, “Fuori quadro”: una mostra che dipana il tema della follia in rapporto la creatività per…

Commenta
Il Cammino dei lavoratori/Quarto Stato, radiografia digitale eseguita nel 2009 da Thierry Radelet

Il Quarto Stato come work in progress

Museo del Novecento, Milano – fino al 9 marzo 2014. Una radiografia in scala 1:1 accoglie il visitatore. È lo scheletro preparatorio de “Il Quarto Stato”. Il quale, anziché unirsi al corpus delle opere in mostra di Pellizza…

Commenta
Inaugurazione di Palazzo Mocenigo, Venezia – veduta dell'allestimento 14

A Venezia riapre la dimora di Palazzo Mocenigo. Dopo la ristrutturazione museologica, fra le novità c’è una sezione dedicata alla tradizione profumiera

Il percorso, disseminato d’indizi artistici, storici e di moda, ricostruisce l’ideale ambiente domestico del patriziato veneziano. E lo fa con una nota in più, quella aromatica della tradizione profumiera. Un nuovo progetto museologico (e museografico) restituisce Palazzo Mocenigo al pubblico. Sono tante,……

Commenta
Maddalena Ambrosio, Senza titolo, 2013, kodak endura, 40 x 60 cm ed.3 - courtesy Mimmo Scognamiglio, Milano

Corpi fotogenici

Mimmo Scognamiglio, Milano – fino al 10 novembre 2013. La mostra “Human Shots – Il lato umano della fotografia” espone immagini di una fisicità indagata e reinterpretata. Mostra dal concept facile, ma che merita la visita per la…

Commenta
Trisha Baga - Gravity - veduta della mostra presso Peep-Hole, Milano 2013

Gravità in tridimensione. Trisha Baga da Peep-Hole

Peep-Hole, Milano – fino al 23 novembre. Nel lavoro di Trisha Baga anche i soggetti diventano oggetti. In una narrazione frammentata e complessa dal vago sentore d’inventario della quotidianità….

Commenta
Luciano Fabro, Macchie di Rorschach, 1976 - Collezione privata - photo Annalisa Guidetti e Giovanni Ricci, Milano

Luciano Fabro: opere in di-segni

La ricerca di Luciano Fabro non si limita alla produzione scultorea ma si estende alle opere grafiche donate ad amici e parenti. Alla GAMeC di Bergamo scrittura, supporti cartacei e automatismi segnici raccontano il suo lavoro meno noto….

Commenta
Jota Castro, Benvenuti extracomunitari, 2003

Intrecci d’artista. A Bergamo

“E sulla tela prendono forma storie remote”, scriveva Ovidio nelle “Metamorfosi”. A Bergamo, negli spazi della Basilica di Santa Maria Maggiore, una mostra si fa narrazione visiva d’intrecci tessuti. In memoria di Seth Siegelaub. Fino al 26 ottobre….

Commenta
What’s new | UK Photography # 1 - veduta della mostra presso RizHoma, Milano 2013

Cosa c’è di nuovo? Un ritorno alla fotografia contemplativa

Il coerente progetto di Martina Colajanni scandaglia fenomeni artistici legati a un territorio. Ora è la volta del documentarismo fotografico gallese. A novembre si replica con una generazione più matura. Succede a Milano, fino al 4 ottobre….

Commenta