Finlandia protagonista a Venezia. Alla Fondazione Cini il progetto Le stanze del Vetro da spazio alla collezione Bischofberger, ecco le immagini in anteprima

Print pagePDF pageEmail page

7-Vetro-Finlandese-Stanze-del-Vetro-Installation_view
L’eccellenza del design finlandese approda a Venezia, sull’isola di San Giorgio Maggiore, aggiungendo un nuovo importante tassello all’indagine sull’arte vetraria del Novecento e contemporanea, intrapresa da Le Stanze del Vetro, progetto congiunto di Fondazione Giorgio Cini e Pentagram Stiftung. Come sottolinea Pasquale Gagliardi, Segretario Generale di Fondazione Giorgio Cini, questa mostra è espressione di un’evoluzione progressiva di tale progetto che non si esaurisce nello studio della storia del vetro veneziano ma si apre al fascino di una nuova dimensione, rivelando la straordinaria vitalità del settore del vetro d’arte e del design scandinavo.
Curata da Kaisa Koivisto e Pekka Korvenmaa, la mostra propone al pubblico più di 300 opere in vetro provenienti dalla Collezione di Christina e Bruno Bischofberger, una delle più grandi collezioni di design del Novecento nel mondo. Il punto di partenza cronologico della collezione è costituito dal 1932, anno in cui il vetro scandinavo, firmato dai più importanti designer dell’epoca quali i coniugi Aalto, Arttu Brummer, Göran Hongell e Gunnel Nyman, inizia a fare il giro del mondo, diventando protagonista di fiere prestigiose come l’Esposizione Internazionale di Parigi del 1937 e Le Triennali di Milano del 1933 e del 1936.
Seguendo il percorso espositivo della mostra, si passa poi ad oggetti dei primi anni Cinquanta in cui, dopo l’inevitabile stallo dovuto al secondo conflitto mondiale, il design scandinavo torna a fiorire grazie al lavoro di geni visionari come Alvar Aalto, Kaj Franck, Gunnel Nyman, Timo Sarpaneva e Tapio Wirkkala, protagonisti della cosiddetta “età dell’oro del vetro finlandese”. Si arriva infine ai vetri sgargianti e sofisticati degli anni Sessanta e Settanta, firmati da designer come Oiva Toikka che, con il loro approccio irriverente alla materia, hanno contribuito a proiettare il design scandinavo verso la contemporaneità. Come afferma Luca Massimo Barbero, direttore dell’Istituto di storia dell’arte di Fondazione Cini, ciò che contraddistingue questo nuovo progetto espositivo è una ricercatezza estetica che, pur a molti anni di distanza, è espressione di un “gusto” ancora del tutto contemporaneo. La mostra si inaugura il 13 aprile: noi vediamo le immagini dall’opening,,,

Elena Cardin

Dal 13 aprile al 2 agosto 2015
Il vetro finlandese nella Collezione Bischofberger
Le Stanze del Vetro, Fondazione Giorgio Cini
Isola di San Giorgio Maggiore, Venezia
www.lestanzadelvetro.it

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community