A Palermo un monumento per Franco & Ciccio. Il Laboratorio Saccardi lancia il crowdfunding

Un monumento a Franco Franchi e Ciccio Ingrassia. A lanciare l’iniziativa sono il duo Laboratorio Saccardi. Che propongono anche una operazione di crowdfunding

Franco Franchi e Ciccio Ingrassia
Franco Franchi e Ciccio Ingrassia

Un monumento a Franco Franchi e Ciccio Ingrassia grazie al crowfunding. A lanciare questa iniziativa sono l’ormai storico gruppo artistico che porta il nome di Laboratorio Saccardi alter ego di Vincenzo Profeta e Marco Leone Barone, classe 1977 e 1978, in attività in Sicilia dal 2002.
I due artisti, su Facebook, lanciano una campagna di raccolta fondi dedicata al mitico duo comico amato dal pubblico e spesso bistrattato dalla critica.
Franchi ed Ingrassia – protagonisti di 116 film alcuni dei quali bruttissimi, altri capolavori assoluti, altri ancora semplicemente esilaranti, mattatori della rivista e del palcoscenico – con i loro volti e le movenze espressive che raccontano la fame, la amarezza, la disperazione del secondo dopoguerra, sono icone non solo della sicilianità, ma di una Italia intera che si è espressa attraverso le pellicole di Pasolini (Che cosa sono le nuvole?, 1968), il serial Pinocchio di Luigi Comencini (1972), Amarcord (1973) di Fellini, e Todo Modo di Elio Petri (1976).

IL PROGETTO
“Il monumento a Franco Franchi e Ciccio Ingrassia” spiegano gli artisti su Facebook, rappresenta una “esigenza condivisa nel senso che era nell’aria, bastava catturarla, volava e vibrava tra gli atomi d’ossigeno della città di Palermo. Noi del Laboratorio Saccardi sono anni che la respiriamo, inutile dire che il duo comico ci ha colpito sin dall’infanzia, ma la vera operazione artistica è l’intervento sul territorio, l’idea di concepire finalmente un monumento che sia pubblico e popolare, che non sia mera e semplice arte contemporanea, anaffettiva, nichilista, dislocata dall’anima di chi in teoria ne è il fruitore.”

Laboratorio Saccardi, rendering per il monumento a Franco & Ciccio, 2016
Laboratorio Saccardi, rendering per il monumento a Franco & Ciccio, 2016

UN MONUMENTO POPOLARE
Perché, spiegano ancora i due, i monumenti – di solito – sono imposti, nelle piazze, negli spazi pubblici per celebrare eroi e miti che spesso nulla hanno di popolare, di consanguineo al popolo, spesso sono mere figure imbalsamate. “L’idea” concludono “è quella di richiedere una reale partecipazione al popolo palermitano, e non solo attraverso un crowfunding, con la possibilità attraverso i social ed un sito internet dedicato, di interagire con lo stesso monumento in realizzazione” L’opera, qualora il progetto venga portato a compimento, sorgerà nella Piazza Sant’Anna al Capo a Palermo, un giardinetto in stato di semi-abbandono. Ecco il rendering per capire come sarà.

Santa Nastro

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.