Ecco gli artisti selezionati dalla Galleria Massimodeluca di Mestre per la seconda edizione di Darsena Residency. Due italiani, un’americana, una tedesca

Nello sviluppo dei lavori, i quattro autori saranno coordinati da Paolo Brambilla e Stefano Cozzi, e supervisionati dalla curatela di Valentina Lacinio e Claudio Piscopo. La supervisione complessiva darà vita ad un programma di residenza che terminerà con open studios pubblici alla fine di ogni sessione di lavoro, visite a cura di Simone Frangi (curatore), […]


Nello sviluppo dei lavori, i quattro autori saranno coordinati da Paolo Brambilla e Stefano Cozzi, e supervisionati dalla curatela di Valentina Lacinio e Claudio Piscopo. La supervisione complessiva darà vita ad un programma di residenza che terminerà con open studios pubblici alla fine di ogni sessione di lavoro, visite a cura di Simone Frangi (curatore), Nicola Setari (curatore), Renato Alpegiani (collezionista) e Catherine Biocca (artista) e, a settembre 2016, una mostra conclusiva con catalogo. Di che parliamo? Della seconda edizione di Darsena residency, progetto della Galleria Massimodeluca con particolare riferimento al direttore artistico della galleria di Mestre, Marina Bastianello: che ora ha svelati i quattro artisti selezionati per la residenza dal 3 giugno fino al 15 luglio 2016, scelti fra le oltre 250 domande di ammissione giunte all’open call, candidature di altissimo livello, giunte da oltre 30 diversi Paesi e in particolare da città come Londra, Berlino e New York. Si tratta di Agostino Bergamaschi (Milano, 1990), Isabel Legate (Austin, USA, 1992), Regina Magdalena Sebald (Pfaffenhofen an der Ilm, Germania, 1984) e Marco Strappato (Porto San Giorgio, 1982).

DALLA SCULTURA ALLA PERFORMANCE
Con una formazione in scultura all’Accademia di Brera, Bergamaschi considera il principio dell’atto creativo come gesto generatore di immagini e forme, e riflette sul momento di collisione tra l’esperienza estetica e l’origine di tale gesto. Strappato, dopo gli studi all’Accademia di Brera e al Royal College of Art, lavora a Londra; attraverso una pratica multidisciplinare che comprende stampe, video e installazioni, interroga le modalità della produzione e distribuzione di immagini, stimolando alla comprensione critica della percezione contemporanea dei media e del reale. Legate, l’artista più giovane dei quattro, vive e lavora a New York e con Darsena residency #2 sarà alla sua prima esperienza in Italia. Sebald, attiva a Berlino, con una formazione in fotografia e danza classica, si dedica esclusivamente alla performance esplorando temi etici universali come l’ingiustizia sociale, la discriminazione di razza e di genere e le contraddizioni generate da relazioni di potere impari nelle società del presente.

Ginevra Bria

www.massimodeluca.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. È specializzata in arte contemporanea latinoamericana.