8 sculture per CityLife. Da Palazzo Reale le immagini del concorso per il futuro parco di sculture sotto ai grattacieli di Milano

Senza troppi giri di parole: è probabilmente il concorso artistico di maggior prestigio mai tenutosi in Italia. In corsa ci sono 15 stranieri: da Maria Anwander a Mircea Cantor, Shilpa Gupta, Eva Kotátková, Maria Loboda, Armando Lulaj, Marie Lund, Haroon Mirza, Marlie Mul, Amalia Pica, Wilfredo Prieto, Jon Rafman, Timur Si-Qin, Rayyane Tabet, Xu Zhen. […]

Senza troppi giri di parole: è probabilmente il concorso artistico di maggior prestigio mai tenutosi in Italia. In corsa ci sono 15 stranieri: da Maria Anwander a Mircea Cantor, Shilpa Gupta, Eva Kotátková, Maria Loboda, Armando Lulaj, Marie Lund, Haroon Mirza, Marlie Mul, Amalia Pica, Wilfredo Prieto, Jon Rafman, Timur Si-Qin, Rayyane Tabet, Xu Zhen. E poi 15 italiani: da Alis/Filliol a Giorgio Andreotta Calò, Francesco Arena, Riccardo Benassi, Rossella Biscotti, Linda Fregni Nagler, Adelita Husni-Bey, Nicola Martini, Margherita Moscardini, Ornaghi e Prestinari, Alice Ronchi, Matteo Rubbi, Elisa Strinna, Nico Vascellari, Serena Vestrucci. E di pari se non maggiore autorevolezza è la giuria chiamata a scegliere, che vede schierati personaggi del calibro di Charles Esche, Mary Jane Jacob, James Lingwood, Gianfranco Maraniello, Iolanda Ratti, Lea Vergine, Angela Vettese.

CURATORI DEL PROGETTO SARA DOLFI AGOSTINI E ROBERTO PINTO
Di che parliamo? Di ArtLine Milano, iniziativa lanciata per selezionare le opere che entreranno a far parte del futuro parco di scultura permanente all’ombra dei grattacieli di CityLife, nell’area progettata dallo studio Gustafson Porter. Gli otto progetti vincitori saranno annunciati il 10 gennaio 2016 a Palazzo Reale, dove dal 4 dicembre è aperta la mostra delle 30 opere candidate, con disegni, bozzetti, maquette, rendering, fotografie e video. Noi avremo modo di parlarne diffusamente, già a brevissimo con un’intervista ai curatori del progetto, Sara Dolfi Agostini e Roberto Pinto: intanto vi anticipiamo una gallery di immagini da Palazzo Reale…

www.artlinemilano.com

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.

1 COMMENT

Comments are closed.