Lo Strillone: un falso Léger nella collezione Guggenheim tiene banco su La Repubblica. E poi Kounellis regala residui di installazione, gli ottant’anni di Richard Meier, premi dalle banche per le giovani imprese culturali…

E Peggy prese un granchio! Le analisi scientifiche confermano i dubbi espressi a suo tempo da Douglas Cooper: su La Repubblica e Il Sole 24Ore la vicenda di quel Léger ritenuto autentico e invece inesorabilmente falso. Autentiche le quattrocento pietre donate ad altrettanti triestini: su Quotidiano Nazionale lo smantellamento dell’ultima installazione di Jannis Kounellis diventa occasione per […]

Quotidiani
Quotidiani

E Peggy prese un granchio! Le analisi scientifiche confermano i dubbi espressi a suo tempo da Douglas Cooper: su La Repubblica e Il Sole 24Ore la vicenda di quel Léger ritenuto autentico e invece inesorabilmente falso. Autentiche le quattrocento pietre donate ad altrettanti triestini: su Quotidiano Nazionale lo smantellamento dell’ultima installazione di Jannis Kounellis diventa occasione per distribuire souvenir d’artista.

Non sempre è all’altezza delle aspettative la mostra sul Liberty di Forlì, almeno stando alla recensione agrodolce di Renato Barilli per L’Unità; il rapporto tra Alberto Giacometti e l’antico nella retrospettiva romana segnalata da Avvenire. Diciotto giovani imprese culturali premiate con un milione di euro da un cartello di banche italiane su Libero; la serata dedicata da Sky Arte HD a Vermeer nei consigli di Corriere della Sera.

Massimiliano Fuksas festeggia su L’Espresso gli ottant’anni di Richard Meier; su Il Venerdì El Lissitsky e soci al MART, Joana Vasconcelos a Manchester per Sette.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.