A tavola con Cristian Chironi, per una “Colazione Continentale”. Un workshop alla Galleria Comunale di Cagliari, ragionando su spazio e tempo nelle pratiche artistiche contemporanee

Eppur qualcosa si muove alla Galleria Comunale di Cagliari: molto lentamente, ma si muove. Dopo la mostra della Collezione d’arte contemporanea dei Musei Civici, voluta a suo tempo da Ugo Ugo e in gran parte ancora custodita dai magazzini della Galleria, è la volta di Colazione Continentale. Attenzione, però: non parliamo delle colazioni a km […]

Cristian Chironi

Eppur qualcosa si muove alla Galleria Comunale di Cagliari: molto lentamente, ma si muove. Dopo la mostra della Collezione d’arte contemporanea dei Musei Civici, voluta a suo tempo da Ugo Ugo e in gran parte ancora custodita dai magazzini della Galleria, è la volta di Colazione Continentale. Attenzione, però: non parliamo delle colazioni a km zero proposte da alcuni anni dalla direttrice Anna Maria Montaldo, “per sensibilizzare grandi e bambini verso una cultura alimentare sana e sostenibile, da un punto di vista ambientale”, bensì di un laboratorio di studio e sperimentazione che analizza tempo e spazio attraverso un confronto generazionale. Dove l’esperienza di Cristian Chironi (Nuoro, 1974) sarà messa a disposizione di un gruppo di artisti emergenti selezionati dalla Galleria Meme in collaborazione con l‘Associazione Progetto Contemporaneo: Enrico Piras, Chiara Seneghe, Claudia Matta, Demelza Spiga, Alessandro Sau, Eleonora Todde e Oscar Piras.
Un workshop della durata di una settimana (24-30 settembre 2012) per dare vita a un progetto da presentare a fine laboratorio, con l’apporto di alcuni talk via Skype che coinvolgeranno: Cristina Rizzo (danzatrice, coreografa e performer), Gianluca D’Incà Levis (ideatore di Dolomiti contemporanee), Marcello Fois (scrittore, commediografo e sceneggiatore), Marino Formenti (pianista e direttore), John Duncan (artista e compositore), Franco Vaccari (artista), Cesare Leonardi (architetto), Francesco Tampieri (fisico e collezionista). Stavolta con l’obiettivo di indagare aspetti del contemporaneo artistico e non dell’alimentazione da filiera corta.

– Roberta Vanali

www.galleriacomunalecagliari.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Roberta Vanali
Roberta Vanali è critica e curatrice d’arte contemporanea. Ha studiato Lettere Moderne con indirizzo Artistico all’Università di Cagliari. Per undici anni è stata Redattrice Capo per la rivista Exibart e dalla sua fondazione collabora con Artribune, per la quale cura due rubriche: Laboratorio Illustratori e Opera Prima. Per il portale Sardegna Soprattutto cura, invece, la rubrica Studio d’Artista. Orientata alla promozione della giovane arte con una tendenza ultima a sviluppare ambiti come illustrazione e street art, ha scritto oltre 500 articoli e curato circa 150 mostre per gallerie, musei, centri comunali e indipendenti. Tra le ultime: la doppia mostra di Carol Rama in Sardegna, L’illustrazione contemporanea in Sardegna, Archival Print. I fotografi della Magnum. Nel 2006 ha diretto la Galleria Studio 20 a Cagliari. Ha ideato e curato la galleria online Little Room Gallery (2010-13). Ha co-curato le mostre del Museo MACC (2015-17), per il quale nel 2018 è stata curatrice. Ha scritto saggi e testi critici per numerosi cataloghi e pubblicazioni. Il cinema è l’altra sua grande passione.